Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

Schizzi&Ghiribizzi n. 94 - Cronache da VLS1929. Spettri vaganti

di Franco Novembrini - mercoledì 9 dicembre 2020 - 794 letture

CRONACHE DA VLS1929 - Questa settimana è cominciata con la notizia che il Consiglio di Stato si è riunito il 5 dicembre per discutere della Lombarda Petroli e del suo destino, la sentenza si prevede fra due mesi. Facciamo una sintesi della questione fin dai primissimi anni ’20 si parlava della dismissione della ditta petrolifera nata nel 1939 per rifornire di petrolio e carburanti la Lombardia ed altre regioni del Nord Italia. Con gli anni però la ditta aveva perso di importanza e si era ridotta a deposito e stoccaggio anche per altre aziende fornitrici di questi prodotti. L’area della LP, circa 309 mila mq., ambitissima per la sua posizione, e sulla quale si erano posati molti occhi e interessi, alcuni di poco chiari. Un freno a questi progetti erano le spese rilevanti che si sarebbero dovute affrontare per bonificare i terreni, ma partire dal 2007 si fece strada un progetto su circa 90 mila mq., ma che poi doveva che coprire tutta l’area con il nome in grande evidenza di Ecocity, tale progetto doveva comprendere un parco di 108 mila mq, una nuova stazione ferroviaria, attività manifatturiere innovative, una zona per uso commerciale ed uffici, un’area residenziale immersa nel verde e, udite udite, alcuni serbatoi che dovevano rimanere a ricordo di un passato industriale. Tutto questo è tuttora facilmente riscontrabile se si cerca col computer (https://www.progettocmr. com/) ancora in rete. Guardando le foto a colori con persone che passeggiano per i vialetti alberati e senza l’ombra di un’auto fanno sembrare di vivere in una favola illustrata. La dura realtà invece ci riporta alla situazione attuale ad una zona altamente degradata nella quale sopravvivono solo 8 capannoni industriali dei quali solo 3 occupati e gli altri in solitario abbandono. Una cosa però è andata emergendo, che anche prima del devastante ed ancora misterioso sversamento nel Lambro di migliaia di tonnellate di idrocarburi le cui propaggini sono giunte fino alla foce del Po, i terreni confinanti con quelli della LP risultavamo inquinati e questo è stato detto nell’ultimo consiglio comunale del 30 novembre, dall’attuale sindaco che rispondendo ad una interrogazione sulla piattaforma abusiva di rifiuti speciali scoperta dai CC Forestali e dalla Polizia Provinciale, la quale confina appunto con la ditta petrolifera ha dichiarato che già nel 2007 risultavano inquinati da idrocarburi e la cosa era nota al Comune. Ora un po’ di cronistoria alla quale ho partecipato. Nelle assemblee pubbliche che si tennero per benedire quella che poi sarebbe stata definita, per evidenti motivi, Lerciocity mi sorprese la proposta dell’assessore alla partita cioè di voler spostare la stazione FS per diversi motivi, il primo non capivo il perché spostare una stazione che si trova in centro perfetto fra due quartieri, vicina in linea d’aria alla stazione dei CC a circa 20 metri e sempre in linea d’aria a circa 150 metri da Palazzo comunale, dall’ufficio postale e da altri servizi, per portarla più avanti avvicinandola così alla stazione FS Monza Sobborghi correndo il rischio che le auto invece di raggiungere appunto quella stazione avrebbero scelto di venire e parcheggiare in quella più comoda per loro del nostro paese. Mi ricordo che fui preso come un disturbatore e in parte lo sono, ma gradirei sentire anche chi di quello sciagurato e sfortunato progetto fu promotore cosa ne pensa ora perché i progetti hanno molti padri e inauguratori i disastri invece sono orfani e potrebbe anche spiegare il perché non furono prese informazioni approfondite sui costruttori i quali non godevano di buona fama e di buona salute finanziaria ma solo di buona stampa locale se andiamo a leggere i mirabolanti resoconti dell’epoca che descrivevano il progetto come la nuova Silicon Valley brianzola. Oltretutto il fatto che dei terreni vicini fossero inquinati avrebbe dovuto mettere in allarme tutti e far fare loro approfonditi esami, spero che siano stati fatti e bonificati quelli su cui doveva sorgere il tutto. Comunque come detto intorno a febbraio dovremmo conoscere la sentenza del Consiglio di Stato che conosceremo in concomitanza con gli 11 anni del misterioso e ancora senza colpevoli sversamento nel Lambro, come riportato nel libro di Marco Fraceti, L’onda nera sul Lambro, presentato due mesi fa circa in Villa Camperio di VLS1929 e del quale rinnovo l’invito a leggere, per capire se non fino in fondo almeno per un buon tratto di strada le dinamiche di certi insazibili appetiti.

SPETTRI VAGANTI - Voglio aggiungere una breve notazione di carattere nazionale circa un certo risveglio di spettri vaganti per l’Italia e per l’Europa. Mi riferisco ai curatori fallimentari di quello che fu il grande, per me e per milioni di italiani, PCI e segnatamente quello diretto dal suo ultimo vero ed amato segretario Berlinguer, i quali credendosi ora blairiani, ora zapatisti e comunque eroi incompresi, parlo di VW e della Volpe del Tavoliere (Veltroni e D’Alema) sono ricomparsi uno con un libercolo color giallo nel quale nel giro delle 7 chiese e delle 77 trasmissioni tv, pretende di descrivere Roma ed alcuni suoi vizi e poi con un palloso documentario trasmesso con clamorose anticipazioni dalla Rai, nei cui archivi ha potuto fare e disfare come solo a lui è permesso e che fin dal titolo "Edizione speciale’’ riporta pedissequamente le prime frasi pronunciate nei tg dopo le tragedie che hanno colpito l’Italia, cosa che avrebbe potuto fare meglio uno studente di storia al primo anno di università e del quale vorrei sapere il costo, a nostro carico, dell’intera operazione. Dell’altro, dopo essersi stufato dell’anonimato nel quale era piombato ricomincia dopo gli insuccessi europei e le sciagure dei Clinton, non parlo dell’uva con quel nome, ricomincia a parlare di pace con Renzi e con chiunque abbia la pazienza e del tempo da perdere. Insomma i soliti magheggi che fece sia con Bertinotti, con Mastella e Berlusconi con i quali ha trafficato per pochi anni ma per molte congiure. Io butto lì una previsione non è che B. , VW e la Volpe abbiano mire sulla successione di Mattarella? Conoscete il detto che al peggio non c’è mai fine?


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -