Sei all'interno di >> GiroBlog | Schizzi & Ghiribizzi |

S&G n. 265 - Non ricordate...

Non ricordate... le promesse elettorali di dieci o cinque anni fa? Cercherò di fare un elenco: al primo posto la situazione delle scuole cittadine ed al terzo il Caranchione. La Junta si ripresenta come nuova ma dietro l’imbellettamento si scorgono dei capobastoncini che operano affinché nulla cambi.

di Franco Novembrini - mercoledì 1 maggio 2024 - 704 letture

25 Aprile 2014 - Ricordo che 10 anni fa alla celebrazione della festa della Liberazione alcuni maggiorenti del Pd scesero in piazza con un grande striscione che invocava la cancellazione dal monumento ai caduti i nomi di due repubblichini di Salò, intendendo che se avessero vinto le elezioni la cosa sarebbe avvenuta. Le elezioni le vinsero ed anche le seguenti ma i nomi dei due "ragazzi di Salò" (copy Violante) sono ancora la. Torno a ripetere che una cosa è una sepoltura al cimitero che deve essere uguale per tutti ed altra cosa i nomi su un monumento insieme ai nomi dei caduti per la nostra libertà. Della celebrazione di alcuni giorni fa meglio sorvolare in quanto l’emerito sindaco ha parlato molto anche del suo lungo e sofferto addio alla carica ed all’amata fascia tricolore che tanta fatica gli sono costate per mantenerle. Piazza Europa - La piazza, come riporta il Bugiardino (Open) che era il secondo impegno nella lista "restylingizzata", io direi rabberciata a costi molto maggiori del previsto e non conta poi dire che gli aumenti li hanno pagati Tizio o Caio in fondo sempre dalle tasse ai cittadini vengono. Poi si è scoperto che la piazza, essendo vicina ai silos dell’acquedotto, era inaspettatamente era attraversata da una grossa condutture dell’acquedotto. Inoltre alcuni abitanti della piazza si lamentano che la pavimentazione in estate si surriscalda molto. Forse ignorando che potrebbero usarla per delle grigliate. Incontentabili.

Il Caranchione - Opera che volgarmente chiamano Tensostruttura, al terzo posto delle promesse elettorali, costata circa 500 mila euro e sorge un’area di 3200 metri quadri, su un pavimento di cemento. Cioè un tendone vuoto, senza servizi igienici, spogliatoi, docce o tribune elementi necessari dove si praticano eventi sportivi. Intendo dire servizi accessibili senza uscire dalla struttura come si fa con i bar o ristoranti per avere l’agibilità. Il mistero profondo però riguarda le spese di mantenimento, cioè quanto costa usarlo e quanto mantenerlo chi lo pulisce e come viene riscaldato o refrigerato, secondo la stagione. Una cosa utilissima pero il Bugiardino la dice: si potrebbe usarlo anche per il salto in alto e la cosa tranquillizza tutti i saltatori che a frotte smaniavano di saperlo. Per altri usi consigliati scriveremo nelle prossime puntate.

Disastro scuole della situazione disastrosa delle scuole scriverò nelle prossime puntate.

Erba di casa mia - Oggi, 30 aprile, l’erba del campetto giochi vicino al mio condominio ha dei ciuffi di erba alti 30-40 cm. Il fatto miracoloso è che il taglio della stessa è avvenuto, si fa per dire, quattro giorni fa. Un miracolo? No un misto di incapacità, la sicurezza di farla franca da parte dei tagliatori mancando i controlli dell’assessore emerito alla partita e poi il fatto che stata tagliata in un giorno di pioggia, cosa altamente sconsigliata, perché i trattorini schiacciano l’erba senza tagliarla ed al primo sole risorge più bella e alta che pria come direbbe . Oltretutto lasciando lo sfalcio sul posto si crea una fanghiglia immonda fra cui si mischiano deiezioni canine che non venivano raccolte perché l’erba era alta. Il parchetto dovrebbe ospitare dei bambini. Aggiungo "degli altri" in quanto non mi risulta che qualche assessore usi farlo frequentare dai propri figli.

Ministra in tour - Solo un accenno al tour ministeriale della ministra delle Disabilità che ha effettuato una fermata anche alla "Casa della Speranza" creata anni fa dalla cooperativa La Speranza. Il tour è discutibile in quanto è un tentativo di bilanciare le frasi usate dal gen. Vannacci candidato alle Europee per la Lega che in Lombardia ha ricevuto molte critiche, ma la "Casa della Speranza" rimane una delle cose migliori che la cooperativa abbia messo in campo. Sono andati a congratularsi con la ministra i candidati sindaci della destra e, si fa per dire, della sinistra che francamente non capisco il perché e l’emerito sindaco. Non è andata la candidata di "Io scelgo VLS1929" e capisco ed approvo il perché. Alla prossima puntata. (7 - continua)


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -