Sei all'interno di >> :.: Girodivite Network | Cartamenù | Ricettario |

Garganelli alla pescatora

di Piero Buscemi - domenica 3 novembre 2019 - 890 letture

Un primo piatto che ha il pregio di unire la pasta fresca con i prodotti del Mar Mediterraneo, senza dovere sostenere una spesa eccessiva. Il formato di pasta è tipico della Romagna, dove vengono realizzati con l’uovo, in questo caso sono impastati senza l’uovo, secondo noi più adatti per l’abbinamento con il pesce.

Per realizzare questo piatto, vi elenchiamo gli ingredienti necessari. La dose è per 4 persone:

- 300 grammi di garganelli (in alternativa va bene qualsiasi formato di pasta fresca senza uovo);

- mezza cipolla (ideale quella bianca, ma se non la si ha a disposizione, va bene anche quella rossa);

- uno spicchio d’aglio;

- una decina di mandorle sgusciate;

- qualche fettina di mosciame di tonno (filetto di tonno essiccato);

- 500 grammi di cozze;

- un calamaro;

- 300 grammi di gamberetti;

- mezzo limone;

- mezzo bicchiere di grappa;

- bottarga di tonno grattugiata;

- sale e pepe.

Preparazione

Tagliuzzare la cipolla e le mandorle. Affettare le fettine di mosciame. Mescolare con le mani a crudo. Versare in un’ampia padella un po’ di vino bianco, quanto basta per riempire il fondo (non abbiamo usato l’olio per rendere il piatto più leggero). Versare il trito precedentemente preparato nella padella e lasciare appassire per qualche minuto.

Nel frattempo, far aprire le cozze in un’altro tegame con lo spicchio d’aglio. Sgusciarle lasciandone 8 intere che serviranno dopo per guarnire il piatto di portata. Conservare il sughetto delle cozze e filtrarlo con un colino. Sgusciare i gamberetti, lasciandone 8 interi. Tagliare il calamaro a pezzetti molto piccoli e aggiungerli al trito, insieme alle cozze sgusciate e i gamberetti sgusciati. Dopo un quindicina di minuti, mescolando gli ingredienti con frequenza, aggiungendo un po’ d’acqua se dovesse asciugarsi troppo, versare mezzo limone spremuto e mezzo bicchiere di grappa da far sfumare.

Aggiungere il sughetto delle cozze e versare la pasta cuocendola come un risotto, ci vorranno circa 7 minuti. Il liquido prodotto dovrebbe essere sufficiente per la cottura che sarà ottimale quando il sughetto sarà praticamente del tutto ristretto. Eventualmente, eliminare il brodo in eccesso. A cottura completata, spolverare con la bottarga grattugiata, pepe a piacimento e guarnire con le cozze, i gamberi interi e qualche ciuffo di prezzemolo fresco. Volendo si può condire con olio di oliva a crudo.

Vino abbinato

Il vino scelto da noi è l’Etna Doc bianco, di qualsiasi casa vinicola voi preferiate.

Garganelli alla pescatora


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -