Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Q&P n. 200

Appello a Giuseppe Conte

di Franco Novembrini - mercoledì 21 dicembre 2022 - 5984 letture

Mancano meno di due mesi al rinnovo dei Consigli regionali di Lombardia e Lazio, cioè delle due più importanti regioni italiane e vorrei fare un appello a Giuseppe Conte che ritengo il rifondatore del Movimento 5stelle. In passato ho votato il Movimento in diverse occasioni e la ragione di farlo di nuovo è quella di mettere alla prova le capacità di Conte alla guida del redivivo e ripulito Movimento, alla condizione però, che faccia due scelte difficili politicamente e non si faccia illudere, come Di Maio ed altri transfughi, da personaggi presentati anche dal "Supremo" al quale non aggiungo un aggettivo che ho sulle lingua, per non incorrere in denunce. Di molto ciarpame che considerava le elezioni via rete come come un toccasana e poi faceva dei quesiti incomprensibili che portavano a votare a favore degli estensori degli stessi.

Si è interrotta anche la trasmissione di padre in figlio della ditta Casaleggio. Alcuni ceffi che hanno espulso chi non era in linea con loro e non condividevano il comandamento dei due mandati veniva espulso, magari chi si era fatto un’idea di come funzionano la politica e la burocrazia italiana. Alcuni degli espulsori, al termine del secondo mandato, hanno poi tramato per aggiornare orwellianamente che l’1 vale 1 ma per alcuni anche 2 o 3.

Abitando in Lombardia non conoscendo bene la situazione del Lazio opterei, per dare un segnale chiaro, consiglierei di non fare un accordo con il Pd constatando che non ha qualche mela marcia nel cesto ma è il cesto che è marcio e dentro ci stanno alcune mele ancora sane. Non vedrei male una candidatura risarcitoria di Virginia Raggi che ha pagato caro il mandato da sindaca di Roma ed ora anche se ha perso ha fatto molta esperienza e gli errori e le amicizie del passato ora le può evitare, considerando poi che certi nemici interni ora hanno scelto altre strade o marciapiedi. In Lombardia il problema è diverso in quanto il candidato del PD è una personalità che si è fatto le ossa in politica da molti anni e non è stato toccato, finora, dall’ombra di uno scandalo. La trappola secondo me è nel bouquet della lista e non solo. Per esempio nel suo ultimo incarico al Parlamento europeo fa parte di commissioni e sottocommissioni sui diritti civili, sulle ingerenze di stati stranieri sulle decisioni della Ue, cioè di controllo di tutti quei reati che stanno venendo a galla e per i quali sono indagati molti italiani, politici di lungo corso e sindacalisti che fanno parte della sua fazione politica e lui non ne era a conoscenza perché altrimenti li avrebbe denunciati. Ma far parte dei controllori ed essere gabbati non è un buon viatico.

Poi ci sarebbe il mistero della lista di Letizia Brichetto Moratti che, inopinatamente, a pochi mesi dalle elezioni si dimette da vicepresidente della regione dove era in quota della destra di cui per anni, sotto varie forme, ha fatto sempre parte e si dichiara di sinistra, per me è un sinistro presagio in quanto se la destra andasse al ballottaggio lei con il suo 13% che gli viene accreditato dai sondaggi sarebbe l’ago della bilancia e potrebbe fare e disfare, ma più che altro ottenere una contropartita per i suoi amici fra i quali non ci sono certamente i 5stelle ed anzi mi pare che si possa annotare anche il Sindaco Sala che ha mosso i primi passi in politica praticamente come portaborse della sempiterna Donna Letizia. Ma i Renzi e i Calenda che si definiscono affossatori di governi e di coalizioni non hanno insegnato niente? Ricordo che i 5stelle in Lombardia non hanno mai ottenuto risultati clamorosi e se fossero surclassati in questa regione l’eco sarebbe a livello nazionale con rischio della sopravvivenza, cosa del resto che si augurano da anni in molti, specialmente nel PD. Io per una questione di giustizia per i torti subiti nelle passate elezioni candiderei Patrizia Bedori, osteggiata scandalosamente dalla "banda" che dirigeva il Movimento, che ha tramato contro di Lei diventando così dei draghetti incendiari. Non si potrà vincere numericamente ma certo verrà dato un forte messaggio politico di onestà, di coerenza e di uguaglianza. Con affetto e speranza


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -