Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Q&P n. 199 - Stupri e rapimenti

Somiglianze e fra tre stupri e le diverse reazioni a seconda di chi viene accusato.

di Franco Novembrini - martedì 11 luglio 2023 - 911 letture

Da una settimana i giornali e i giornalisti sono impegnati a parlare della denuncia di stupro che vede accusato il figlio di Ignazio La Russa e mettono in rilievo le somiglianze con quello di cui viene accusato il figlio di Beppe Grillo.

Certo fa impressione sentire che ambedue sono frequentavano locali alla moda e molto costosi e dove si ha ragione di credere che la cocaina circolasse in quantità. I padri sono contro almeno a parole contro le disuguaglianze e contro le droghe ed i figli evidentemente si possono permettere di ignorarlo. Ma il punto che vorrei evidenziare particolarmente è il rapimento e lo stupro di gruppo del quale ricorre il cinquantenario e che si svolse a Milano, quello di Franca Rame. Ricordo che fu un gruppo di estrema destra ed un giudice sostenne che era sostenuto dai servizi segreti e dal comando di via Palestro dei Carabinieri e dunque chi era giovane e frequentava piazza San Babila qualcosa sapeva.

Il presidente attuale del Senato aveva 25 anni. No dico che avesse responsabilità in quella vicenda vorrei solo che ricordasse quando afferma apoditticamente l’innocenza di suo figlio in base ad un suo interrogatorio e porta come prova la mancata tempestiva denuncia della ragazza stuprata quello che raccontò in una pièce televisiva e teatrale Franca Rame che una volta rilasciata seminuda e sanguinante in un parco di Milano si trovò nelle vicinanze di un commissariato di PS non se la sentì di fare la denuncia per timore delle domande, dei sorrisetti e degli atteggiamenti della polizia dicendo a se stessa che la denuncia l’avrebbe fatta "domani".

Vorrei che i La Russa, padre e figlio vedessero quella confessione e se la imprimessero bene in mente prima di assolvere chicchessia.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -