La libertà di stampa secondo Feltri

Costo carta: il Corriere taglia ‒ Il papa e la Giornata delle comunicazioni sociali ‒ Una radio per i tifosi della Roma ‒ Wikipedia si rinnova ‒ Tre testate per Automobile Club ‒ I comportamenti dei candidati in Lombardia

di Adriano Todaro - mercoledì 1 febbraio 2023 - 2331 letture

COSTO CARTA: IL CORRIERE TAGLIA ‒ Per far fronte al crescente costo della carta, il Corriere della Sera taglia alcune pagine, i supplementi e i dorsi locali. Il taglio è quantificato da 1 a 1,5 pagine e riguarda un po’ tutto il quotidiano. Il settimanale Buone Notizie rientrerà all’interno del giornale con 8 pagine il martedì. Lo stesso avverrà per Il Corriere Salute, con 10 pagine la domenica. Per Vivi Milano si sta lavorando a una revisione completa del prodotto: uscirà come supplemento il mercoledì, 28 pagine, ma con formato e carta identici a quelli del quotidiano. Tagli di foliazione in media di 6/8 pagine potrebbero riguardare tutti gli altri inserti mensili e settimanali. Per i dorsi locali è prevista una riduzione media di 1,5 pagine.

FELTRI: PIÙ LIBERO CHI BEN PAGATO ‒ Vittorio Feltri candidato per Fratelli d’Italia alla Regione Lombardia, ha rilasciato un’intervista al Foglio il 28 gennaio scorso dove ha spaziato dalla politica ai giornali. Fare un solo giornale per tutta la destra ‒ ha affermato Feltri ‒ e costruire un polo editoriale schierato a favore «della premier sarebbe una stronzata». Poi l’intervista parla anche del Corriere della Sera che, secondo Feltri, gli hanno chiesto di tornare. Ma lui non ha accettato. Perché? «Ovvio! Mi hanno offerto poco. La libertà del giornalista si misura dallo stipendio. Più alto è, più libero sei. Il buon giornalista è il giornalista ben pagato. La libertà di stampa inizia dalla libertà del giornalista di andare a mangiare in trattoria, comperare un abito decente. La compensazione del giornalista passa dalla firma e dal denaro». Ecco così spiegata, in poche parole, la libertà di stampa. A chi Feltri farebbe dirigere La Repubblica? «Chiamerei a dirigerla mio figlio Mattia Feltri e non perché è mio figlio ma perché è il più bravo. Avrebbe un senso anche Concita De Gregorio. È capace di fare polemica». Vabbè, passiamo oltre.

PAPA E GIORNATA DELLE COMUNICAZIONI ‒ La 57/a Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2023, quest’anno si celebrerà domenica 21 maggio. Il messaggio del papa prende le mosse dal difficile contesto geopolitico in cui viviamo, quanto mai caratterizzato dalle forti tensioni belliche e spinte propagandistiche. «Come 60 anni fa, scrive il Papa, anche ora viviamo un’ora buia nella quale l’umanità teme un’escalation bellica che va frenata quanto prima anche a livello comunicativo. Si rimane atterriti nell’ascoltare con quanta facilità vengono pronunciate parole che invocano la distruzione di popoli e territori. Parole che purtroppo si tramutano spesso in azioni belliche di efferata violenza. Ecco perché va rifiutata ogni retorica bellicistica, così come ogni forma propagandistica che manipola la verità, deturpandola per finalità ideologiche. Va invece promossa, a tutti i livelli, una comunicazione che aiuti a creare le condizioni per risolvere le controversie tra i popoli». Poi si è soffermato sull’importanza della comunicazione che deve servire al dialogo «perché la comunicazione non fomenti un livore che esaspera, genera rabbia e porta allo scontro, ma aiuti le persone a riflettere pacatamente, a decifrare, con spirito critico e sempre rispettoso, la realtà in cui vivono… La comunicazione non deve mai ridursi a un artificio o a una strategia di marketing, ma deve essere il riflesso dell’animo, la superficie visibile di un nucleo d’amore invisibile agli occhi».

UNA RADIO PER TIFOSI DELLA ROMA ‒ Si chiama Radio Romanista la nuova emittente dedicata ai tifosi della Roma e fa capo al Gruppo Radio Globo. Secondo la neonata emittente, essa si rivolge «a un target prevalentemente adulto (35-54 anni), con un format che mette l’informazione di maggior interesse per il pubblico romanista al centro della sua offerta. La radio si connoterà come talk radio e il palinsesto, oltre a contenere programmi dedicati all’informazione legata al club AS Roma, sarà caratterizzato da notiziari locali, notiziari sul traffico cittadino, meteo e rubriche su sport e salute. Radio Romanista si propone di accogliere e non dividere il tifoso giallorosso, lavorando in sinergia con il quotidiano Il Romanista per offrire un’informazione completa e approfondita, evitando opinioni distruttive, nichiliste e faziose». La nuova emittente si può ascoltare in FM e DAB in tutto il Lazio e ovviamente anche da Web e App.

NUOVO LOOK PER WIKIPEDIA ‒ Ha festeggiato i 22 anni e oggi si rifà l’immagine. La famosa enciclopedia libera ha puntato su una maggiore pulizia visiva e una nuova barra di navigazione laterale. Il tutto finalizzato a migliorare la leggibilità e la ricerca all’interno delle pagine. Wikimedia Foundation, che gestisce l’enciclopedia, ha annunciato che il cambio interesserà quasi 60 milioni di articoli scritti in oltre 300 linguaggi, visitati ogni mese circa 16 miliardi di volte. Secondo la Wikimedia Foundation, oltre 30 gruppi di volontari provenienti da tutto il mondo hanno contribuito al progetto.

ACI RINNOVA ‒ L’Aci, L’Automobile club d’Italia, dalla prossima primavera rinnova il suo parco giornali con tre nuovi prodotti: Youngclassic, il rinnovato l’Automobile e Automobile Classica. Tutte e tre le testate saranno dirette da David Giudici, ex direttore responsabile di Ruoteclassiche, Youngtimer, AutoItaliana, TopGear, Gente Motori, GenteMotori Classic e Auto & Fuoristrada.

LOMBARDIA: I COMPORTAMENTI DEI CANDIDATI ‒ Wired il trimestrale della Condé Nast Italia, ha analizzato i comportamenti sui social dei candidati alla presidenza: Attilio Fontana, Letiozia Moratti e Pierfrancesco Majorino. Il primo (Attilio Fontana), può contare su un bacino di follower molto numeroso (100mila su Instagram, 245mila su Facebook e oltre 22mila su Twitter). Secondo i dati forniti da Meta, la sua spesa in sponsorizzazioni è pari a 6.128 euro, inferiore ai 9.945 della sua ex vice, Letizia Moratti. Nonostante l’investimento, la Moratti non può contare su un numero di follower paragonabile (5,5mila su Facebook, 3mila su Instagram e 7,5mila su Twitter). Majorino, invece, occupa l’ultimo posto per spese in sponsorizzazioni (4.452 euro), mentre per numero di follower sta nel mezzo (41mila su Facebook, 11,5mila su Instagram, oltre 31mila su Twitter). Sui contenuti, secondo Wired, non si può certo parlare di opposizione graffiante: l’accusa più pesante mossa a Fontana vede il governatore accostato al don Abbondio dei Promessi Sposi. Infine, una scelta comune a tutti e giudicata positivamente è l’assenza da TikTok.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -