Berlusconi è una bomba

Da quando Berlusconi circola in Europa, aumenta il numero di suicidi. Un rapporto, che Girodivite è in grado di rivelare, svela: dietro "tutto questo" c’è la CIA... :-)
di Sergej - domenica 16 gennaio 2005 - 3984 letture

Tutto è cominciato con un dato allarmante. Il numero di suicidi in Europa. Nell’Unione Europea ogni anno 58.000 persone si tolgono la vita, quasi 7.000 in più di coloro che muoiono per incidenti stradali. Il commissario Ue alla Salute, Marko Kyprianou, ha reso noto che il suicidio è la più importante causa di morte in Europa; ed ha esortato i governi dei 25 a porre la questione della salute mentale in cima all’agenda, affrontando quello che ha definito "il killer invisibile".

"La malattia mentale è letale esattamente come il cancro", ha detto Kyprianou a margine di una conferenza ministeriale sul tema organizzata a Helsinki dall’Oms (l’Organizzazione Mondiale della Sanita’). I ministri di più di 50 Paesi e il commissario Ue alla Salute discuteranno fino a sabato le politiche e le azioni da adottare a livello europeo. "La malattia mentale riceve ancora troppa poca attenzione", ha osservato Kyprianou.

Ma già da ora sta circolando un rapporto segreto dell’Intelligence lussemburghese che attribuisce tutto questo alla presenza di Silvio Berlusconi presidente del Consiglio in Italia e al Pentagono americano. Già la BBC aveva fatto pesanti rivelazioni sulle nuove armi segrete del Pentagono.

Le forze armate statunitensi, leader senza rivali in fatto di strategie militari, hanno pensato di sbaragliare i nemici con sostanze chimiche che inducono comportamenti omosessuali, oppure provocano un’alitosi insopportabile, o ancora, attirano sciami di vespe inferocite. Non manca neanche la bomba "Chi? Io?" cioè una specie di fialetta puzzolente per simulare sgradevoli flatulenze nei ranghi nemici.

A portare alla luce gli stravaganti progetti è stato US Freedom of Information by the Sunshine Project, un gruppo incaricato di verificare le ricerche sulle armi chimiche e biologiche. L’indagine ha reso noto anche il costo della sperimentazione della ’bomba gay’ o della bomba "Chi? Io?": nel 1994 venne stilato un progetto della durata di sei anni, del costo totale di 7,5 milioni di dollari.

A chiedere il finanziamento fu il laboratorio dell’aviazione "Wright" a Dayton, nell’Ohio, che al Pentagono presentò l’idea di quelle che definì "sostanze chimiche moleste, fastidiose e capaci di identificare cattivi soggetti". Il piano rientrava nelle ricerche del dipartimento della Difesa per armi chimiche non letali, capaci di minare la disciplina e il morale dei nemici.

Nel dettaglio, la "bomba gay" usava un afrodisiaco chimico per provocare comportamenti omosessuali tra le truppe, portando al morale dei nemici quella che i militari definiscono una "minaccia spiacevole ma assolutamente non letale". La sostanza "pungimi-attaccami" avrebbe invece attirato sulle forze nemiche sciami di vespe furenti o ratti feroci. I ricercatori avevano pensato anche a sostanze che rendessero la pelle molto sensibile ai raggi del sole, causando scottature. Per scoprire infiltrati tra la popolazione civile, gli esperti avanzavano l’idea di una sostanza che causasse "grave e perdurante alitosi" in modo che i nemici fossero riconoscibili a distanza in mezzo ai civili.

La bomba della flatulenza sembra il progetto che più ha allettato i ricercatori, visto che l’idea non riguarda solo i piani del ’94, ma fu presa in considerazione già dal 1945, secondo quanto rivelano i documenti del governo. Il progetto è stato però abbandonato quando i ricercatori si sono resi conto che un’arma del genere sarebbe stata del tutto inutile in Paesi nei quali "la gente non è infastidita da odori fecali, poiché li sente in giro in continuazione".

Bene, secondo l’Intelligence lussembrughese, il Pentagono sembra abbia studiato e costruito la Bomba B. Si tratta di un’arma destinata al quadrante europeo - gli americani sono molto preoccupati del processo di unificazione dei Paesi europei, capace di creare una potenza economica e militare in grado di contrastare quella dell’Impero Americano. Le caratteristiche di questa Bomba B pare siano le seguenti: piccola e poco ingombrante, capace di adattarsi come un virus attraverso ripetuti processi di lifting, la capacità di tutelare attraverso la rimodulazione delle leggi i propri interessi economici, una dominante presenza televisiva, la capacità di dire cazzate a tempesta (del tipo: "un milione di posti di lavoro", "miracolo economico per tutti", "niente tasse per tutti" e simili) con cui creare un effetto "tempesta logica" capace di destabilizzare e mandare in tilt qualsiasi avversario della Vecchia Europa. Il rapporto dell’Intelligence lussemburghese dice come questa Bomba B, sganciata nei paesi dell’Europa mediterranea abbia già avviato il suo processo distruttivo. Tra gli effetti, oltre all’alto tasso di suicidi tra la popolazione europea, che preferisce la morte piuttosto che vivere in un continente dove circolano simili individui, anche l’abbassamento del tasso di natalità e il sempre maggior numero di esponenti della Destra macha che fanno outing e dichiarano la propria diversità (da Cecchi Paone a Fini con il suo improvviso amore per Israele). E’ allo studio un piano volto a isolare i Paesi colpiti, data la difficoltà a disinnescare la Bomba B. La proposta dell’Intelligence lussemburghese, al vaglio presso i Commissari europei, è di costruire un muro che metta in quarantena l’Italia dal resto dell’Europa (con l’esclusione di alcune spiagge per la periodica balneazione estiva da parte dei turisti tedeschi).

I commentatori rimangono perplessi. Tutti ricordano i rapporti particolari esistenti tra i lussemburghesi e Silvio Berlusconi, dopo il pat-pat che sulla zucca pelata del leader italiano compì, in piena riunione dei leaders europei, il capo del governo lussemburghese. Che sia un’altra bufala?


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
> Berlusconi è una bomba
29 maggio 2005, di : Vassilievich

E’ più facile meditare il suicidio dopo aver letto banalità come queste che avrebbero la pretesa di far ridere, ed invece mettono tristezza, si mettono tristezza perchè ci fanno vedere come l’odio politico possa rendere piccoli ed idioti. Povero Sergej così banale acido e intelletualmente sfigato. Saluti Vassilievich.