Sei all'interno di >> :.: Culture | Teatro |

Rossofestival, “Stirru – La discesa” di Alberto Nicolino in scena sabato 26 gennaio ore 21:00.

di Roberta Milazzo - sabato 26 gennaio 2008 - 4551 letture

Al teatro Regina Margherita uno spettacolo sulle zolfare siciliane.

Il prossimo appuntamento con il teatro di ricerca del Rossofestival diretto da Emma Dante vede come protagonista Alberto Nicolino che andrà in scena sabato 26 gennaio alle ore 21:00 con lo spettacolo Stirru – La discesa. Il viaggio surreale nelle viscere di una miniera abbandonata.

Andrew, un uomo di New York, figlio di una donna emigrata, arriva in Sicilia per un’eredità inattesa. Qui scopre particolari inquietanti sulla morte di suo zio Asaro avvenuta tempo prima in una tragedia mineraria. Cerca informazioni ma si perde in una ragnatela di eventi surreali finché viene costretto a scendere nella vecchia zolfara abbandonata. Inizia il viaggio di Andrew nel sottosuolo. Lì i fantasmi del passato, cui da voce per tutti lo stesso Alberto Nicolino attraverso trasformazioni del corpo e della voce, e l’uso alternato di italiano, siculo-americano e siciliano, tesseranno la fitta trama di eventi che correrà verso la fine, fino allo svelamento della verità.

Lo spettacolo è il frutto di una ricerca avviata nel 2004 dall’attore che, trasferitosi definitivamente a Palermo, intraprese delle indagini sul campo e documentarie sulla vita delle miniere di zolfo della Sicilia.

A Sommatino, comune la cui storia sociale è legata all’estrazione dello zolfo, l’attore raccolse testimonianze, canti, filastrocche, poesie sulla vita della miniera. A soli trent’anni dalla chiusura definitiva delle zolfare siciliane, Nicolino notò che la memoria, ancora certamente viva di una storia sociale e culturale nata oltre tre secoli fa, cominciava ad essere seriamente minata dall’oblio spesso sbrigativo e interessato cui la società contemporanea condanna tutti quei fatti storici difficili e scomodi da raccontare e preservare.

Stirru – come sottolinea lo stesso Nicolino – “è una fusione di fatti realmente accaduti e invenzioni fantastiche”. Nelle intenzioni dell’artista, infatti, non c’è di avviare una ricostruzione storico-filologica dei fatti del passato. “Ci appassiona quel viaggio che ci porta ad incontrare uomini e storie relegati ai margini o dimenticati. La ricerca e la rielaborazione di forme espressive che in sé contengono una provocazione: la necessità di una diversa relazione con lo spazio, il tempo, la vita, la morte.”

STIRRU-LA DISCESA. Il viaggio surreale nelle viscere di una miniera abbandonata. di e con: Alberto Nicolino, regia: Ambra D’Amico, allestimento: Sebastiano Romano, Luci: Greta Gandini, consulenza musicale: Danilo Romancino, produzione: Lecittàdelmondo, con il patrocinio del: Comune di Caltanissetta.

Al teatro Regina Margherita di Caltanissetta, all’interno della VI edizione del Rossofestival, sabato 26 gennaio alle ore 21,00. Il costo dei biglietti per assistere allo spettacolo è di 8 euro e sono acquistabili in prevendita presso il botteghino del teatro. Per informazioni: 0934 547599/0934 547034).


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Documenti allegati
Stirru-La Discesa di Alberto Nicolino

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica