Sei all'interno di >> :.: Culture | Teatro |

Caltanissetta al via il Rossofestival 2008. Festival Nazionale del teatro di ricerca diretto da Emma Dante

di Roberta Milazzo - sabato 5 gennaio 2008 - 4368 letture

Rimane saldo, a cinque anni dal debutto del Rossofestival, l’intento da parte dell’amministrazione comunale della città di Caltanissetta e del direttore artistico Emma Dante di dar voce a produzioni sceniche che si contraddistinguano per la forza innovatrice e, in tal senso, spesso provocatoria del loro linguaggio.

Il palco del Teatro Regina Margherita sarà anche quest’anno il centro di pulsioni, tensioni ed emozioni contrastanti, messe in scena contestatrici non solo di un modo tradizionale di far teatro, ma anche di un più comodo e rassicurante pensiero dominante.

Ad aprire l’edizione 2008, sarà il 15 gennaio mPalermu, di Emma Dante, spettacolo vincitore del Premio Scenario nel 2001 e del premio Ubu nel 2002. Precederà lo spettacolo, alle ore 18,00, la presentazione del libro Carnezzeria, scritto da Emma Dante e pubblicato da Fazi Editore. Nel libro vengono pubblicati, per la prima volta, i testi dei tre spettacoli della trilogia sulla famiglia: mPalermu, Carnezzeria e Vita Mia.

A seguire il 16 gennaio in prima regionale debutta, ancora per la regia di Emma Dante, Il Festino, l’ultimo dei suoi lavori.

Il 18 gennaio Antonio Latella porta in scena Studio su Medea prodotto dal Teatro Stabile dell’Umbria, Totales Theatre International e Festival delle Colline Torinesi. Diviso in tre capitoli: Capitolo I Medea & Giasone, Capitolo II Medea & Figli, Capitolo III Medea Dea, è insieme al debutto siciliano de Il Festino l’evento del festival.

Il 23 gennaio Carmen Consoli in teatro. Arriva sul Palco del Teatro Margherita lo spettacolo teatrale della Cantantessa dopo un tour lungo un anno che l’ha portata in giro dalle scene italiane fino alla Cigale di Parigi. Testi recitati dall’attrice Simona Malato, scritti e diretti da Emma Dante, si fondono sul palco alle storie di una Sicilia già scritta e interpretata in chiave musicale dalla cantautrice catanese.

Il 28 gennaio Alberto Nicolino mette in scena Stirru - La discesa, racconto di una tragedia mineraria di Sicilia, rimossa e dimenticata come tante altre.

L’11 febbraio è la volta di Un anno con tredici lune. Il testo di Fassbinder viene portato in scena da Michele Di Mauro ed Egumteatro.

Infine il 27 febbraio chiude Davide Enia con i Capitoli dell’infanzia-parte prima, Antonuccio si masturba.

Dal palcoscenico di una città di provincia della Sicilia si diparte, pertanto, il dibattito vivo e acceso tra un gruppo di artisti e un pubblico curioso, attento, critico, che sente il bisogno di un’offerta culturale "altra" rispetto all’offerta scadente o compiacente di tanto teatro, cinema e tv.

Il susseguirsi nell’edizioni del festival di artisti come la Societas Raffaello Sanzio, il Teatro Valdoca, Ascanio Celestini, Vincenzo Pirrotta, la stessa Emma Dante, ha sicuramente contribuito a stimolare un rinnovamento culturale e a provocare l’apertura della città verso l’esterno.

A dispetto dell’idea generalizzata che i grandi cambiamenti o i movimenti culturali più moderni trovino il loro habitat naturale in grandi contesti metropolitani, Rossofestival ha contribuito a far maturare negli anni la trasformazione di Caltanissetta in centro di propulsione di realtà artistiche nuove e vitali, pari alle stesse sollecitate da eventi ben più noti e pubblicizzati nelle grandi città d’Italia.

Gli spettacoli avranno inizio alle ore 21,00, mentre i biglietti sono acquistabili presso il botteghino del teatro Regina Margherita di Caltanissetta.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica