Sei all'interno di >> :.: Girodivite Network | Cartamenù | Ricettario |

Risotto alla Venere vellutata

Il nero esotico del riso Venere abbinato alla vellutata di zucca, impreziosita dal salmastro delle acciughe.
di Piero Buscemi - lunedì 23 dicembre 2019 - 692 letture

Questa ricetta ha la particolarità di utilizzare il riso Venere, tipicamente nero e dal sapore molto forte da ricordare la mandorla abbrustolita. Non che la ricetta non si possa realizzare con altri tipi di riso, ma il risultato sarebbe sostanzialmente diverso.

Ingredienti per 4 persone:

- 280 grammi di riso Venere
- una scodella abbondante di vellutata di zucca
- 4 acciughe salate
- 6 noci
- prezzemolo

Preparazione della vellutata

La vellutata di zucca è una delle ricette più semplici e veloci da cucinare. Alla ricetta base, che prevede una bella fetta di zucca rossa privata dalla buccia, una o due patate, qualche carota, olio extra vergine, per il nostro risotto abbiamo aggiunto uno spicchio di aglio e il peperoncino.

JPEG - 39.3 Kb
La vellutata

In un ampio tegame (preferibilmente di coccio, ma va bene anche quello utilizzato da noi sulla foto), dopo aver soffritto lo spicchio d’aglio con un po’ di vino bianco (l’olio preferiamo unirlo alla fine a crudo) disporre la polpa di zucca preventivamente sbucciata e grattugiata con qualche mestolo di brodo vegetale (confezionato con qualche pezzetto di zucca, una patata, qualche carota e una cipolla). Aggiungere un paio di patate a tocchetti e fate ammorbidire gli ingredienti con il brodo, unendo un po’ di peperoncino. Quando gli ingredienti saranno ammorbiditi, aiutandovi con una forchetta, dopo averli posti in un contenitore di ceramica, schiacciateli fino a creare una poltiglia uniforme. Rimettete il tutto nel tegame e con un cucchiaio di legno mescolate fino ad ottenere una purea vellutata ma non eccessivamente liquida. Aggiungere le acciughe salate private della lisca, una spruzzata di noce moscata, un filo di olio a crudo e la vellutata sarà pronta per essere utilizzata per il nostro risotto. La presenza delle acciughe non preclude l’aggiunta di un pizzico di sale, secondo i gusti personali.

Premessa: di solito a questo punto della ricetta, gran parte della vellutata, tra assaggi e un’irrefrenabile tentazione di inzuppare qualche pezzo di pane, riduce sensibilmente la quantità da utilizzare per il risotto. Quindi si consiglia di cucinare una dose molto abbondante di vellutata, se non si vuole correre il rischio di abbandonare qualsiasi pretesa per cucinare il risotto.

Il risotto

JPEG - 45.7 Kb
Il riso Venere si unisce alla vellutata

Nello stesso tegame che ci è servito per la vellutata, nella stessa versare il riso Venere e mescolare. Aggiungere una quantità di brodo vegetale, abbastanza per immergere completamente il riso fino al doppio del suo volume (considerate che il riso Venere necessita almeno 25 minuti di cottura). Mescolare ogni tanto il risotto, facendo attenzione a che non si attacchi al fondo. Nel frattempo, sgusciare le noci e spezzarle grossolanamente, aggiungendone al risotto la metà. La cottura dovrebbe essere ideale quando il brodo sarà evaporato quasi del tutto. Aggiungere qualche mescolo di brodo, se il riso si presentasse ancora crudo.

Presentazione

JPEG - 49 Kb
Piatto finito

A cottura ultimata, su piatti di portata piani, disporre qualche mescolo di risotto al centro. Guarnine con qualche gheriglio di noce e dei ciuffetti di prezzemolo. A piacere, versare qualche goccia di olio a crudo.

Vino abbinato

JPEG - 26.6 Kb
Fazio Chardonnay Sicilia Doc


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -