Mèlange

Tra furbi, sberle e tristezze.
di Antonio Carollo - martedì 31 gennaio 2012 - 1072 letture

Da indignado (di quelli pacifici, però) a frastornato. Stavo per lanciare un siluro (un siluretto, per carità) contro la corazzata Adriano Celentano per il suo astronomico compenso per le comparsate di Sanremo, quando vedo la potente imbarcazione fare una virata spettacolare che la manda a finire, non sugli scogli del Giglio, ma nelle dolci e quiete acque della solidarietà umana. Il Molleggiato ha mollato un’altra sberla a quest’Italia rintronata.

******

Ad una amica che si lamenta di questa democrazia rispondo: siamo all’A B C della democrazia. I dieci anni di B. puoi paragonarli a quelli di Putin. I quarant’anni della DC a quelli di Peron, grosso modo. Nel Sud siamo in piena era Batista. La stampa per gran parte è serva. E’ un miracolo se siamo ancora una nazione. Ma non è detto, le leghe del Nord e del Sud stanno lavorando.

*******

Trovo centrata un’altra metafora: DC e PSI hanno portato la nave Italia a schiantarsi sugli scogli di Tangentopoli. Per buona parte degli ultimi vent’anni la nave è stata preda di pirati. Adesso finalmente è arrivata la task force capace di recuperarla.

******

La Merkel va a dare una mano a Sarkozy nella sua battaglia elettorale per il bis all’Eliseo. Mi domando se c’è odore di interferenza di un capo di governo negli affari di uno Stato estero. Oppure è un’anticipazione della felice futura Europa confederale? Niente di tutto questo, solo un giochetto di furbetti.

*****

Furbettino di un Mentana! Da quando il Pdl è precipitato al 22-23 per cento non dà più il lunedì il risultato del sondaggio di gradimento per i partiti. Pubblica solo i dati di quello dell’inverosimile ammucchiata della lista Monti (Pdl-Pd-Terzo Polo). Quando si farà in Italia vero e libero giornalismo?


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -