Duo Tapas a Siviglia

L’arte della degustazione spagnola.
di Serena Maiorana - lunedì 28 gennaio 2013 - 3404 letture

Cosa farete per questa primavera? Avevate forse intenzione di partire? Forse si, ma probabilmente temete la crisi e le irreparabili conseguenze che un viaggetto male organizzato potrebbe avere sul vostre finanze. Anche perché, in viaggio, oltre all’alloggio bisognerà anche mangiare fuori, e riuscire a farlo all’estero con soddisfazione e senza sborsare una fortuna è sempre impresa ardua. La crisi economica non conosce buone stagioni, purtroppo.

Eppure una soluzione c’è: Siviglia. Città magica, accogliente, dai riflessi dorati e sempre piena di sole. Centro storico interamente pedonale e ciclabile, una cultura affascinante, tanta arte e un popolo avvezzo all’accoglienza, al sorriso e più in generale alla fiesta. Siviglia non è solo una città, quanto piuttosto un sentimento, come recita una nota canzone che ne canta le magiche atmosfere.

Come se non bastasse Siviglia è incredibilmente economica e facile da raggiungere (tantissimi i voli low cost dalle maggiori città italiane, compresa Palermo). Volete mangiar bene spendendo poco? La bella città del sole è davvero la meta ideale. Il trucco sta tutto nelle tapas, piccole porzioni-degustazione per assaggiare le prelibatezze della Spagna del sud. Un modo di mangiare diverso, che ha favorito il moltiplicarsi di locali di tendenza ma informali, gestiti da giovanissimi imprenditori che hanno fatto delle tapas una vera filosofia anticrisi, riuscendo a promuovere la straordinaria tradizione enogastronomica andalusa senza che gli avventori debbano sborsare una fortuna.

Il “Duo Tapas” è uno di questi. A un passo da plaza Alameda (calle Calatrava 10), cuore pulsante della Siviglia contemporanea, il ristorante-tapaceria vi proporrà un menù e una carta dei vini da leccarsi i baffi. Pulpo a la gallega, tortilla de camarones, croquetas, revuelto de morcilla, salmorejo: al “Duo Tapas” non c’è piatto tradizionale andaluso che non sia proposto, reinventato e impiattato ad arte, per scoprirete e lasciarsi sorprendere dagli indimenticabili sapori della Spagna più calda che c’è. Niente a che vedere con gli usurati cliché ultraturistichi che propongono solomillo al whisky e jamon iberico a tutte le ore del giorno. Per rifarvi gli occhi e sollecitare l’appetito vi consiglio di sbirciare l’eloquente galleria fotografica offerta dalla pagina facebook del locale. Sbirciare non costa nulla, ma anche mangiare al “Duo Tapas” costa pochissimo: tra i dieci e i venti euro al massimo per un pranzo completo. Anche meno per un aperitivo.

I proprietari sono due giovanissimi fratelli che, sfidando la crisi, si sono lanciati nell’ambito della ristorazione per valorizzare la grande cucina andalusa, rinunciando però allo stile nostalgico e stereotipato che contraddistingue le tipiche tapacerie sivigliane. La gestione è informale, il personale gentilissimo, giovane e competente. In particolare salutiamo la caposala Sarah, che ha saputo guidarci tra le mille pietanze proposte con simpatia e competenza: di lei potete fidarvi e parla anche italiano! Allora, cosa aspettate? Non ci resta che augurarvi buon viaggio e, soprattutto, buon appetito!


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -