Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Comunicazione |

Un panettone fatto... per bene a Messina

Sabato 7 e Domenica 8 Dicembre, presso la Feltrinelli Point di Messina, i volontari di Emergency vi aspettano per acquistare il panettone della pace e solidarietà in occasione dei 25 anni della Ong.
di Piero Buscemi - venerdì 6 dicembre 2019 - 1192 letture

Un piccolo gesto di solidarietà sarà l’occasione per condividere e sostenere i progetti di Emergency, l’associazione umanitaria fondata da Gino Strada 25 anni fa a supporto delle vittime delle guerre nel mondo. Un piccolo sacrificio economico, 15 euro, per gustare un panettone e sentirsi partecipi e sostenere i progetti che Emergency porta avanti da un quarto di secolo, negli angoli più remoti del pianeta, interessati purtroppo dalle guerre che mietono migliaia di vittime, con un’altissima percentuale tra i civili.

Il panettone realizzato dalla famosa e apprezzata casa dolciaria milanese Le Tre Marie, dal peso di 1 kg, frutto di tre impasti con lievito madre, arricchito di uvetta, profumati scorzoni canditi di arance siciliane e pregiati cubetti di cedro Diamante, sarà acquistabile in 80 piazze italiane Sabato 7 e Domenica 8 dicembre 2019, dove i volontari di Emergency saranno presenti anche per informare le cittadinanze del prezioso lavoro dell’associazione, dei progetti in corso e di quelli futuri.

A Messina i volontari accoglieranno i cittadini e i visitatori di passaggio nella città dello Stretto, presso il Feltrinelli Point in Via Ghibellina 32. Per comodità riportiamo di seguito le indicazioni per raggiungere il luogo dell’appuntamento con la solidarietà e la pace.

Le due giornate a Messina saranno così articolate:

- Sabato 7 Dicembre, dalle 09,30 alle 19,30
- Domenica 8 Dicembre, dalle 09,30 alle 19,30

Un’occasione importante alla quale invitiamo i nostri lettori ad aderire. Una partecipazione diretta per sostenere l’associazione umanitaria Emergency impegnata a curare e ad assistere quotidianamente migliaia di persone, tra le quali tanti, troppi bambini, per colpa della follia bellica dei potenti del mondo, indifferenti alle perdite umane e alle mutilazioni di chi ne paga le conseguenze.

Auspicare che un giorno tutte le guerre abbiano fine, spesso assume i connotati di un’utopia. Offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà è un nostro dovere. Con questo piccolo gesto, possiamo unirci ad EMERGENCY che promuove una cultura di pace, solidarietà e rispetto dei diritti umani da 25 anni.

Luigi Lo Cascio foto di gruppo (Girodivite)

Un panettone fatto... per bene a Messina


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -