Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

Milano, San Precario sfila alla Settimana della Moda

Il fercolo del santo protettore dei lavoratori precari sbarca a Milano

di Gaetano Mangiameli - martedì 28 settembre 2004 - 7035 letture

Il fercolo del santo protettore dei lavoratori precari sbarca a Milano, in Piazza San Babila, per portare il suo messaggio pacifista alla capitale italiana della moda. A pochi passi da Via Montenapoleone, gli attivisti del coordinamento studentesco milanese invitano i passanti a riflettere sulla guerra, sulla precarietà e sulla riforma Moratti, tre dei temi più caldi nell’agenda del movimento. Di fronte a loro, la polizia in assetto anti-sommossa sbarra l’accesso a Via Montenapoleone, obiettivo della mobilitazione dei devoti di San Precario. Dopo una fase di attesa, il gruppo corre via con il fercolo di San Precario e si muove verso via della Spiga, per entrare attraverso un percorso alternativo in Via Montenapoleone. La polizia insegue la processione e riesce a bloccare anche l’accesso a Via della Spiga. Qui, proprio all’angolo che ospita un negozio di Dolce & Gabbana, si consuma qualche scontro non particolarmente prolungato, giusto il tempo di qualche manganellata, tanto per gradire. Il bilancio ufficiale parlerà di sette contusi, due tra i poliziotti e cinque tra i manifestanti. Intanto i passanti, incuriositi, si fermano ad ascoltare le parole dei manifestanti che, in nome di San Precario, hanno scelto la Settimana della Moda come scenario della protesta. Dopo qualche scontro e veloci trattative, San Precario riesce a superare lo sbarramento e a entrare nella cittadella della moda, mentre il grosso dei manifestanti resta bloccato all’ingresso di Via della Spiga, sotto gli occhi dello staff di Dolce & Gabbana, infastidito forse più dal look degli studenti che dalle ragioni della protesta. In chiusura, quando i manifestanti si ritirano soddisfatti, qualche turista giapponese chiede di avere dei volantini e li porta via come souvenir della loro permanenza in Italia. Intanto, il coordinamento dei collettivi studenteschi lancia l’appuntamento per un grande corteo il primo ottobre alle 9.30 da Largo Cairoli.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -