Sei all'interno di >> :.: Culture | ParoleRubate |

Il video della nuova impresa di Silvana Grasso

Un altro monumento "ammanettato": il Pozzo di Gammazita
di Valerio Contarino - martedì 18 marzo 2008 - 4421 letture

Ennesimo bene artistico catanese agli "arresti culturali". Il video qui proposto, pubblicato su youtube, mostra come il monumento in questione, risalente al XII secolo, sia inaccessibile alla fruizione dei visitatori. Qual è la barriera? Un cancello in ferro che si lascia dietro un bene culturale legato ad una leggenda.

Il pozzo è situato nei pressi del Castello Ursino e racchiude la leggenda di Gammazita, della quale, durante la dominazione francese in Sicilia, un giovane soldato si sarebbe innamorato.

Ma la fanciulla era promessa in sposa ad un altro giovane e, durante il giorno delle nozze, fu mandata a prendere dell’acqua nel pozzo dove incontrò il soldato francese. Non riuscendo a sottrarsi ai tentativi del giovane di possederla, Gammazita preferì gettarsi nel pozzo piuttosto che perdere l’onore.

Si tramanda infatti che le macchie rosse, dovute ad alcune infiltrazioni di magnesio di ferro, siano le tracce di sangue della fanciulla.

Ma è possibile far vivere Catania di soli beni culturali? Sarà un giorno possibile "slucchettare" ogni suo monumento affinché ogni uomo possa godere delle infinite bellezze artistiche e storiche che la città etnea possiede?


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Il video della nuova impresa di Silvana Grasso
23 marzo 2008, di : Catan-easy

Senza dubbio una personalità politica "al di fuori degli schemi" ma l’assessore Grasso da comunque l’idea di una persona appassionata del suo lavoro e che cerca sempre di tirare acqua al mulino della città di Catania che tanto ha bisogno di rinnovamento in tutti i sensi.