Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Francesco Renga presenta il "Ferro e Cartone tour 2008"

"Catania è un posto a cui sono legato in maniera abbastanza particolare, perchè mia madre era proprio di Catania".
di Valerio Contarino - martedì 12 febbraio 2008 - 4814 letture

“Catania è un posto a cui sono legato in maniera abbastanza particolare, perchè mia madre era proprio di Catania. Si chiamava Caruso, che è un cognome molto diffuso qui. I suoi si trasferirono a Milano alla fine della guerra, io non sono mai riuscito a conoscere i miei parenti siciliani, che sono sicuro ci siano.”

Un libro, un cd e un tour che si fermerà a Catania l’1 Aprile (al PalaCatania), per l’unica data siciliana, organizzata da Musica & Suoni di Nuccio La Ferlita all’interno della seconda edizione del Sicilia Music Winter, che il cantante lombardo è venuto a promuovere nella città etnea.

Ferro E Cartone è il titolo del suo ultimo disco: “Il ferro e il cartone, spiega, sono una metafora. Il ferro è un materiale che si corrode, si arrugginisce. È freddo. All’interno del disco rappresenta il dolore, il male. Il cartone invece rappresenta gli aspetti migliori della vita. Entrambi, messi assieme, simboleggiano le esperienze che ognuno di noi compie durante la propria vita.”

Dal titolo del disco è mutuato anche il titolo del tour, prodotto dalla milanese Friends&Partners, agenzia prestigiosa che conta nel proprio roster altri pesi massimi del calibro di Ligabue, De Gregori, Antonacci, Venditti ecc.

Il tour partirà da Pescara a fine Marzo e qualche giorno dopo farà, per l’appunto, tappa unica per la Sicilia al PalaCatania.

“Così come per il cd, ho voluto al mio fianco anche nella produzione strettamente musicale del tour Corrado Rustici, che considero davvero fra i migliori produttori che ci siano in Italia. La scaletta del concerto è abbastanza blindata, non voglio dir troppo adesso per non togliere il piacere della scoperta durante il concerto. Ciò che posso dire senza difficoltà è che ci saranno ovviamente le canzoni del nuovo disco, ma pesco anche dal mio intero repertorio.”

Il libro invece s’intitola Come mi viene – Storie di ferro e cartone ed è stato pubblicato lo scorso autunno dai tipi di Feltrinelli. “Sia il disco che il libro raccontano di me, del resto come diceva Pisolini, si è autobiografici anche scrivendo di una sogliola! Entrambi parlano delle mie contraddizioni, delle mie paure. Ci sono io che cerco di far luce nelle zone d’ombra della mia mente.”

A pubblicarlo è una delle più prestigiose case editrici italiane: “Sì, credo davvero che siano dei pazzi!”, risponde lui ridendo di gusto. “Il libro però sta vendendo bene, dalla Feltrinelli mi hanno detto che hanno terminato la prima tiratura e sono già pronti per la ristampa. In tempi di magra, in cui libri se ne leggono e vendono sempre di meno, credo sia un ottimo risultato.”

Quanto è difficile per un cantante entrare nel ruolo di scrittore? “Io cerco di spiegarmi attraverso i mezzi che mi sono consoni. La mia voce, che è il mio dono e il mio primo mezzo di comunicazione, paradossalmente può essere un ingombro. Quando canto, la fascinazione del suono capita che faccia passare in secondo piano, o attutisca, le cose che dico, scrivendo invece ci sono solo i miei pensieri, senza le suggestioni che può dare la voce che canta.”

I biglietti per il concerto dell’1 Aprile sono già disponibili in prevendita: due ordini di posto, Tribuna Numerata (€ 28,80) e Posto Unico (€ 20,75). Per le prevendite ci si può rivolgere al Circuito Green Ticket: numero verde 899.5000.55 oppure www.greenticket.it.


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Francesco Renga presenta il "Ferro e Cartone tour 2008"
26 febbraio 2008

Renga attento che qualche "caruso" non si presenti da te dicendoti di esserti parente. Putissi macari capitari.