Sei all'interno di >> :.: Culture | Arte |

Al Teatro con Caravaggio

Sabato scorso, 5 Dicembre, alle ore 18.00, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, è stato proiettato il film Voluptas dolendi: I gesti del Caravaggio.

di Orazio Leotta - mercoledì 9 dicembre 2009 - 5363 letture

Tratto dall’omonimo spettacolo teatrale di Mara Galassi e Deda Cristina Colonna e con adattamento cinematografico, regia e fotografia di Francesco Vitali. L’evento organizzato dal Comune di Messina, dalla Fondazione Bonino-Pulejo e dalla Fondazione Marco Fodella di Milano ha avuto il coordinamento artistico di Giuseppe Ministeri, membro del consiglio direttivo nazionale del CINIT-Cineforum Italiano.

GIF - 31.2 Kb
La Resurrezione di Lazzaro
La Resurrezione di Lazzaro

Nel quattrocentesimo anniversario del passaggio di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, a Messina (1608-09) e nell’imminente celebrazione dei 400 anni dalla morte dell’artista (1610), questa rappresentazione vuole essere un omaggio alle opere del genio della pittura barocca, ma anche, alle atmosfere che si respiravano in quegli anni.

Sulle note dell’arpa doppia, magistralmente suonata da Mara Galassi, si susseguono danze antiche e recitazioni di versi, anche in latino, della danzatrice ed attrice Deda Cristina Colonna. Senza rappresentare mai un dipinto dell’artista, i versi, le gestualità e la mimica barocca della Colonna, li richiamano ad uno ad uno in una sorta di excursus cronologico.

Si alternano musiche, suoni, luci, colori, movimenti, testi antichi, in 58 minuti di quintessenza dell’arte. Le musiche originariamente composte per liuto, per lo più da maestri della scuola napoletana (Girolamo Frescobaldi, Ascanio Mayone, Rinaldo dell’Arpa, Giovanni Maria Trabaci), ma anche di Francesco da Milano e Laurencinus Romanus, sono state adattate per l’arpa dalla stessa Galassi.

“Voluptas dolendi”, cioè il compiacimento del dolore, vuole rappresentare lo stato d’animo del Caravaggio e la sua travagliata esistenza, estrema e geniale, fuori dagli schemi, passionale ma cupa e introspettiva come dell’uomo, prima che artista, che pone sempre in essere l’atteggiamento di chi indulge alla propria sofferenza interiore.

Il film già presentato a Dublino, Atene, Venezia, Bari, Milano e Palermo, sarà replicato sabato 12 Dicembre, alle ore 17.00, a Siracusa, nella Galleria Civica Montevergini, nell’ambito delle manifestazioni festive in onore di Santa Lucia.

GIF - 31.2 Kb
La Resurrezione di Lazzaro
La Resurrezione di Lazzaro


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -