Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

Raccolta firme "Zero IMU - Zero SERIT" per i Comuni di Lentini e Carlentini

Potete firmare direttamente nei vari banchetti che troverete sparsi per la città, oppure partecipare alla raccolta delle firme, scaricando il documento in allegato.

di Giuseppe Castiglia - giovedì 21 giugno 2012 - 3758 letture

Raccolta firme "Zero IMU - Zero SERIT" per ii Comuni di Lentini e Carlentini

Zero IMU - Zero SERIT

Zero IMU Zero SERIT {PDF}

Ricordatevi di stampare almeno due documenti, da far firmare separatamente ai residenti di Lentini e di Carlentini poiché si dovranno presentare ai comuni di appartenenza. I documenti firmati potranno essere consegnati o nei banchetti che troverete sparsi per la città, oppure presso La Upgrade Electronic Service in via nasso 86 - Lentini SR (alle spalle del campo sportivo) Una raccomandazione… le firme e la consegna delle stesse devono avvenire nel più breve tempo possibile

Ritorno del cottimo nelle campagne, sotto paghe per gli operai dei magazzini, per gli edili, per i meccanici, per gli operai e gli impiegati del commercio, diffusione massiccia del precariato e aumento della disoccupazione, contrazione dei consumi, generale aumento dell’indebitamento delle famiglie, aumento sistematico dei costi del carburante, della luce, dell’acqua, aumenti generalizzati delle imposte dirette e indirette e adesso anche l’IMU varata dal governo Monti, che impone ai Comuni di riscuotere la tassa sulla casa.

La situazione è ormai intollerabile.

L’Imposta Municipale Unica (IMU) è l’ultima truffa che falcidia le famiglie e che, a dispetto del nome, non porta che spiccioli alle casse dei Comuni, ma utilizza i Comuni per rastrellare fondi che andranno in massima parte allo Stato e alla speculazione finanziaria.

E intanto la SERIT riempie gli armadi dei Comuni di cartelle di pagamenti, spesso non dovuti, ma ugualmente messi a ruolo con aggravi di notifica e mora (e fingendo di non trovare gli intestatari delle cartelle di pagamento, scarica anche sui Comuni il costo delle notifiche) e ancora spese e marche da bollo per uscire dai ruoli o per cancellare ipoteche e fermi amministrativi. Dicono che si tratta della crisi, del debito dello Stato e che occorre fare sacrifici, "che tutti facciano sacrifici", ma continuano a comprare aerei da guerra ed armamenti, rifinanziano le banche e agevolano il grande capitale (quello industriale, della grande distribuzione e della finanza) e i sacrifici li impongono solo alle classi sociali più povere o in via di impoverimento. I sottoscritti firmatari chiedono al Consiglio Comunale dei rispettivi comuni di esercitare la facoltà che la legge gli consente e deliberare:

Aliquota IMU:

a) Per l’abitazione principale la diminuzione dell’aliquota al 2 x 1000 e l’aumento della detrazione base (€200 + 50 per ciascun figlio convivente di età non superiore a 26 anni) fino a €400 al netto di quella base

b) Per gli immobili posseduti da cittadini italiani residenti all’estero l’assimilazione all’abitazione principale a condizione che non risultino locate.

c) La riduzione al 50% della base imponibile per i fabbricati inagibili o inabitabili, di fatto, non utilizzati. successivamente alla dichiarazione dell’ufficio tecnico comunale

d) L’assimilazione all’abitazione principale dell’immobile non locato, posseduto da anziani o disabili che risiedono in istituto di ricovero o sanitario.

e) La riduzione dell’aliquota all’ 1x1000 per i fabbricati rurali strumentali.

SERIT:

• Non rinnovo del contratto con la SERIT

La raccolta di firme è promossa da:

• Comitato territoriale autonomo • Open House • Girodivite.it • Centro studi territoriale DDISA


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica