M5S Lentini - Interrogazione in merito all’esposto denominato “EMERGENZA PALAZZO BENEVENTANO”

Interrogazione scritta in merito all’esposto dell’associazione Culturale Megakles Ballett denominato “EMERGENZA PALAZZO BENEVENTANO”. Riferimento art. 15 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari permanenti approvato con Delibera Consiglio Comunale n.40 del 29/06/2015.

di Giuseppe Castiglia - giovedì 12 agosto 2021 - 1337 letture

JPEG - 87.5 Kb
Palazzo_Beneventano_Lentini

- Al Presidente del Consiglio Comunale
- Al Sindaco del Comune di Lentini Saverio Bosco
- Al Segretario Comunale
- All’ufficio protocollo

Oggetto: Interrogazione scritta in merito all’esposto dell’associazione Culturale Megakles Ballett denominato “EMERGENZA PALAZZO BENEVENTANO”. Riferimento art. 15 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari permanenti approvato con Delibera Consiglio Comunale n.40 del 29/06/2015.

La sottoscritta Cunsolo Maria, nata a Catania il 23/01/1970 e residente in Lentini via Nasso n. 90, nella qualità di Consigliere Comunale eletta al Comune di Lentini nelle liste del Movimento 5 Stelle, espone quanto segue:

Premesso:

Con riferimento alla “Proposta di partenariato pubblico/privato finalizzato alla valorizzazione del patrimonio culturale del Palazzo Beneventano, di cui alla Deliberazione di G.M. n. 87 del 27/08/2020 con la quale si è accolta la proposta presentata dalla Società Cooperativa "Badia Lost & Found", ovvero da coloro che attualmente fruiscono a titolo gratuito di Palazzo Beneventano, in merito ad un accordo di Partenariato Speciale Pubblico Privato (PSPP) finalizzato alla valorizzazione dei patrimonio culturale e museale del palazzo Beneventano di Lentini ai sensi dell’art. 151 comma 3 del D.Lgs. 50/2016 per la durata di 25 anni prorogabili o rinnovabili, la scrivente aveva già riscontrato delle evidenti anomalie tanto da presentare un’interrogazione scritta in data 19/9/2020 dove chiedeva quanto segue:

In virtù di quali norme di Legge o disposizioni regolamentari adottate dal Comune è stato manifestato dalla Giunta Municipale con propria deliberazione l’interesse ad affidare per anni venticinque Palazzo Beneventano a una cooperativa di recentissima costituzione che si propone di far fruire il bene ma nulla propone in merito al recupero e alla manutenzione programmata dello stesso.

L’anomalia riscontrata verteva principalmente, in mancanza di un esplicito regolamento comunale e di un elenco aggiornato che individui quali sono i beni disponibili e quali indisponibili per l’Ente, sull’incompetenza della giunta municipale ad adottare provvedimenti di concessione per questi, in quanto l’art. 42 comma 2 lettera l) del d.lgs 267/2000, attribuisce esclusivamente al Consiglio Comunale la competenza.

A questa il Sindaco con nota prot. n. 17839 del 30/09/2020 rispondeva così: In merito "all’asserito affidamento per venticinque anni di Palazzo Beneventano, non si entra nel merito del quesito poiché non vi e stato alcun affidamento del suddetto bene. L’art 151 comma 3 del codice degli appalti prevede espressamente la possibilità di attivare determinate forme di partenariato anche con soggetti privati. Fermo l’invito espresso ad approfondire le norme sul partenariato speciale pubblico e privato che non prevedono alcun affidamento ne tanto meno in questa fase in cui, con la delibera n. 87 del 27/08/2020, ci si limitati a prendere atto di una proposta pervenuta e a pubblicare il relativo avviso pubblico per dare seguito alle procedure previste della legge.

In merito al quesito sull’adozione del regolamento comunale per la gestione del patrimonio immobiliare, si ricorda che le deliberazioni in materia di regolamenti comunali spettano al Consiglio Comunale e in mancanza di regolamenti specifici, si fa riferimento alle norme nazionali e regionali.

Precisato che, con detta nota il sindaco non ha risposto a quanto gli si chiedeva, ovvero al motivo per cui non è stato interpellato preliminarmente all’avvio di detta procedura, finalizzata alla concessione di un bene appartenente al patrimonio comunale, il competente Consiglio Comunale ai sensi del citato art. 42 comma 2 lettera l) del d.lgs 267/2000.

Tutto ciò premesso e precisato, si rileva quanto segue:

-  Con PEC del 3/8/2021 è stato notificato alla scrivente, in quanto destinataria per conoscenza, l’esposto presentato dall’associazione culturale MEGAKLES BALLETT che, lamenta essenzialmente una palese violazione della par condicio (triplice), nella procedura di scelta del partner privato, di cui alla citata manifestazione di interesse e l’omessa prefissazione dei criteri di scelta del contraente.

-  Con successiva Deliberazione di G.M. n. 88 del 10/08/2021 si è deciso di resistere in giudizio sul ricorso presentato dall’associazione culturale MEGAKLES BALLETT, in merito: all’annullamento del silenzio rigetto formatosi sulle istanze di accesso presentate dalla ricorrente il 22/04/2021 e il 30/04/2021 ovvero, in subordine, dell’eventuale criptico rigetto esplicito delle dette istanze, ovunque contenuto.

Considerato:

-  l’imminenza della tornata elettorale con la quale verrà decisa la guida politica della città di Lentini per il prossimo quinquennio;
-  lo stato di dissesto economico dell’Ente e le scarsissime risorse economiche in bilancio utili per l’affidamento di servizi necessari alla cittadinanza;
-  la palese opacità di tutto il procedimento adottato;

PER TRAMITE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE, INTERROGA IL SINDACO PER SAPERE:

1. In via prioritaria se ritiene utile revocare in autotutela tutta la procedura finalizzata alla concessione dell’utilizzo di Palazzo Beneventano per anni 25, anche al fine non ultimo di evitare inutili sprechi di risorse economiche con il rischio di soccombenza in eventuali futuri contenziosi con uno dei partecipanti alla stessa ed ulteriore aggravio di spese per risarcimenti ed indennizzi vari;

2. Ove non ritenesse utile revocare in autotutela la procedura, di spiegare analiticamente e dettagliatamente i motivi di tale scelta, da ritenersi senza alcun dubbio portatrice di nuovi ed esorbitanti debiti nell’eventualità di una possibile e facilmente ipotizzabile soccombenza in giudizio ed altrimenti a “costo zero per le casse comunali” in caso di revoca;

3. Precisare con quali atti l’amministrazione comunale ha stabilito i criteri di scelta del contraente, ovvero la determinazione con la quale il coordinatore di settore, ai sensi dell’art. 192 del D.Lgs. 18 agosto 2020 n. 267 cosiddetto TUEL (Testo Unico Enti Locali), ha stabilito: a) il fine che il contratto intende perseguire, b) l’oggetto del contratto, la sua forma e le clausole ritenute essenziali, c) le modalità di scelta del contraente, ammesse dalle disposizioni vigenti in materia di contratti delle pubbliche amministrazioni e le ragioni che sono alla base;

4. I motivi per cui la procedura è priva di C.I.G. (Codice Identificativo di Gara) obbligatorio anche in caso di utilizzo dello strumento del Partenariato Pubblico Privato (P.P.P.);

5. I motivi per cui per la presente procedura, principalmente costituita da lavori e servizi attinenti all’ingegneria e all’architettura, è stato individuato quale R.U.P. il coordinatore del 7° Settore dott. Agnello Salvatore laureato in materie umanistiche e non come prescritto dalla normativa di settore un tecnico con competenze professionali tra quelli in servizio presso l’amministrazione comunale.

Si chiede altresì al sindaco che la risposta venga data per iscritto come disposto dal comma 3 dell’art. 15 del vigente Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari permanenti, approvato con Delibera Consiglio Comunale n. 40 del 29-06-2015.

Al segretario comunale in considerazione di quanto previsto dall’art. 97 del D.Lgs. 18 agosto 2020 n. 267 cosiddetto TUEL, in merito ai compiti di assistenza giuridico-amministrativa nei confronti degli organi elettivi organi dell’ente, relazioni per iscritto sulla presente procedura. Infine si fa presente al segretario comunale quale responsabile dell’organo anticorruzione dell’ente che de¬ve valutare se quanto sopra esposto evidenzi illeciti, collegati all’azione amministrativa e/o contabile e/o penale, con conseguente dovere di intervento/denun¬cia alle competenti Autorità.

Si richiede risposta URGENTE scritta.

Lentini 11 agosto 2021

Cittadina eletta al Consiglio Comunale per il Movimento 5 Stelle
- Maria Cunsolo

JPEG - 159.2 Kb
Esposto dell’associazione Culturale Megakles Ballett
PDF - 649.5 Kb
Interrogazione scritta in merito all’esposto dell’associazione Culturale Megakles Ballett
PDF - 1.5 Mb
del_88 Resistenza in Giudizio ricorso al TAR esposto dell’associazione Culturale Megakles Ballett


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Versione per la stampa Versione per la stampa
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio

:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica