Due giugno

Sugli armamenti, come si può ben notare, regna la serenità degli affari non la serenità che potrebbe portare una Pace vera.

di Luigi Boggio - venerdì 2 giugno 2023 - 1651 letture

Si cammina di pari passo verso più armi in circolazione per difenderci l’uno dall’altro in un pianeta sempre più instabile e ad alto rischio ovunque. Non ci sono aree non interessate ai conflitti dentro e fuori alle nazioni.. Per alimentarli e sostenerli ci vogliono investimenti ingenti per le armi anche perché gli arsenali si stanno svuotando e bisogna riempirli con più moderni, efficaci e letali.

Le armi non servono solo per l’Ucraina ma per altri luoghi in un mercato sempre più fiorente e ricco. L’arricchimento mette dentro e coinvolge anche trafficanti e mercenari d’ogni risma. Un fenomeno non marginale e non arrestabile comprano, vendono, corrompono. Protagonisti non secondari e decisivi per le sorti d’alcuni conflitti negli inferni della miseria. Una miseria che uccide e che porta lontano con la fuga dalle proprie terre.

Dentro la guerra ci siamo anche noi ma non lo diciamo. Nel giorno della Repubblica e di un Paese che si ritrova dopo la Liberazione dal nazifascismo quella parte del ripudio contro la guerra e dei diritti sociali dovrebbero camminare insieme in un contesto d’avanzamento democratico, plurale e umano.

Ma non è cosi per le forti contraddizioni interne e rapporti mutati. Anche se la sinistra a più voce non è che abbia brillato nella gestione del potere ed ora all’opposizione. Il voto di ieri ha fatto emergere le spaccature interne al gruppo del Pd e non solo. La guerra divide e lacera le coscienze.

Anch’io mi pongo delle domande angoscianti quando penso all’uso dell’atomica. Una potenza nucleare come la Russia potrà mai perdere sul campo? Alcuni analisti non credono per questo sostengono con convinzione di trovare un tavolo per l’avvio di un dialogo che porti al cessato il fuoco e alla pace. L’Europa dovrebbe prodigarsi invece d’impegnare i fondi del PNRR per il riamo anche se la decisione spetta ai governi nazionali. Mentre da noi si decide questo dall’altra sponda dell’oceano il Congresso americano per evitare il default ha previsto l’aumento del tetto di spesa con dei tagli in alcuni comparti ad eccezione del Pentagono per le armi. Sugli armamenti, come si può ben notare, regna la serenità degli affari non la serenità che potrebbe portare una Pace vera.

JPEG - 85.1 Kb
2 giugno 2023 - Foto by Ansa, Angelo Carconi


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -