Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Lavoro |

Napoli: una “ordinaria” giornata di lotta sindacale

La piazza, le strade, la gente. Storici elementi di discussione democratica e di condivisione. Il sindacato è soprattutto questo.
di Redazione Lavoro - mercoledì 16 ottobre 2019 - 802 letture

La giornata di sabato 12 ottobre ha visto – nell’area della metropoli partenopea – dispiegata l’iniziativa dell’Unione Sindacale di Base attraverso varie vertenze e iniziative sociali che sempre più connotano il profilo a tutto campo della nostra organizzazione sindacale.

In mattinata, nella centrale Piazza Garibaldi, le lavoratrici della catena alberghiera “UNA Hotel” hanno dato vita ad un sit in di protesta contro i turni massacranti e la totale assenza di diritti sindacali che si registrano nel comparto turistico/alberghiero. In una città interesseta, sempre più, da grandi flussi turistici internazionali, le lavoratrici ed i lavoratori del settore sono costretti ad una condizione occupazionale dove regnano, di fatto, il caporalato ed il lavoro nero.

Usb Napoli

Contemporaneamenta, all’esterno della Mostra d’Oltremare, dove era in corso la kermesse del Movimento 5 Stelle (con la presenza di ministri e del premier Giuseppe Conte) centinaia di lavoratori APU da tutta la Campania – organizzati dalla Federazione del Sociale dell’Unione Sindacale di Base – assieme a un gruppo di disoccupati organizzati hanno presidiato gli ingressi della manifestazione e, in serata, hanno ottenuto un incontro con il ministro del Lavoro, Nunzia Catalfo, e successivamente, con il presidente della Camera, Roberto Fico.

I precari APU hanno preso atto che nei prossimi giorni si svolgeranno alcuni incontri tra gli staff tecnici del Ministero del Lavoro e della Regione Campania e che, in Parlamento, saranno votate alcune norme che dovrebbero consentire una positiva soluzione della vertenza. Naturalmente come ha ribadito Giovanni Pagano (della Federazione del Sociale USB) le inizative di mobilitazione continueranno già dal prossimo martedì 15 ottobre con un presidio alla sede del Consiglio Regionale.

In serata, invece - mentre molti delegati dell’Unione Sindacale di Base erano presenti alla manifestazione cittadina in solidarietà con il popolo curdo che ha sfilato nel centro di Napoli - a Giugliano, un grosso comune dell’area Nord della città, si è inaugurata una sede della Federazione del Sociale (in via Campana 56) dove sono in calendario corsi e doposcuola popolari, sportelli informativi per il diritto al reddito ed all’abitare, un punto CAF - Servizi di Base e altre attività afferenti i compiti di un moderno sindacale confederale e conflittuale.


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -