Sei all'interno di >> :.: Dossier | Archivio dossier | Cento di questi blog |

Bloc o Blogal per me pari sono

Come lettore non sono troppo eccitato dall’idea di poter "localizzare" i contenuti offerti sui blog creando una sorta di rete informativa locale.
di Redazione - martedì 27 maggio 2003 - 4759 letture

Per chi non se ne fosse accorto c’e’ in atto una discussione importante in questi giorni su una ipotesi lanciata da Giuseppe Granieri di Blog locali. Ne hanno parlato a piu’ riprese in tanti, in particolare Paolo Valdemarin e Carlo Annese in due formidabili post. Ora io non ho molto da dire al riguardo perche’ - lo confesso - come lettore non sono troppo eccitato dall’idea di poter "localizzare" i contenuti offerti sui blog creando una sorta di rete informativa locale. Prendo atto che alcuni grandi blogger americani la pensano cosi’ e non dico che non si tratti di una prospettiva interessante, specie nell’ottica di immaginare una concreta alternativa informativa dal basso ai media tradizionali la’ dove essi sono meno forti. Premesso questo mi pare interessante l’atteggiamento come al solito visionario di Paolo. Paolo, se interpreto bene, dice: andiamo verso la content syndacation totale, blog o non blog i contenuti potranno essere filtrati secondo mille diverse preferenze e quella dei contenuti della propria area geografica e’ solo una di queste. Quello che ci serve sono gli strumenti software per farlo.

Quello che bisogna costruiree’ un aggregatore tematico/geografico. Un posto in cui singoli pezzi di contenuti possano essere raccolti da molteplici fonti: weblog, aziende, giornali locali, privati cittadini. Con le tecnologie disponibili oggi non e’ difficile, magari non facilissimo ma tutt’altro che impossibile. Consentirebbe di creare un tessuto informativo di grande valore per tutti, e potrebbe partire dai weblog.

Ritorniamo come si vede ad un punto di cui si discuteva qualche tempo fa (un anno?) quando parlavamo dello sviluppo del Blog Aggregator, non tanto quello della produzione del "senso" quanto quello della sua organizzazione. Io non sono preoccupato di trovare cose che mi interessi leggere. Sono circondato da esse e semplicemente mi manca il tempo e gli strumenti efficaci per seguirle. E non mi interessa molto nemmeno una contrapposizione fra un tipo ed un altro di informazione, nella stucchevole guerra troppe volte dichiarata fra "professionale e amatoriale". Insomma Giuseppe, io non credo proprio che la discussione sui weblog debba considerarsi terminata. Facciamo correre le parole veloci sul web il resto poi verra’ di conseguenza. E poi scusami, ma non e’ colpa mia se un eventuale blog del sud salento non sara’ in cima alle mie priorita’ di lettura. ;)


L’articolo di Massimo Mantellini, 23 marzo 2004, è apparso su: http://www.mantellini.it/2004_03_01_archivio.htm#108012899033882556

I tag per questo articolo: |

Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -