Sei all'interno di >> :.: Culture | Arte |

Piero Guccione, scompare il grande pittore della Scuola di Scicli

È morto a 83 anni uno dei più grandi interpreti paesaggistici siciliani.
di Piero Buscemi - sabato 6 ottobre 2018 - 551 letture

Per anni è stato sufficiente trovarsi di fronte a un paesaggio in cui l’azzurro predominante ci attirava in modo mistico, per avere la certezza che quel quadro fosse di Piero Guccione. Quegli orizzonti celestiali, a confondersi tra i paesaggi barocchi del ragusano, ci hanno accompagnati negli anni.

Noi di Girodivite lo abbiamo seguito nelle sue mostre personali o collettive. Mitica quella a Taormina nel 2010, che lo vide protagonista accanto ad altri artisti appartenenti al Gruppo di Scicli. O quella del 2015 a Modica. Di recente avevamo ammirato le sue opere a Caltagirone, in occasione della mostra dedicata all’immigrazione e all’accoglienza, accanto alle opere di Iudice e Morales.

Malato da tempo, l’artista si era ritirato dalle sue apparizioni in pubblico, rifugiandosi nella sua casa nel ragusano. Non lo incontreremo più in un supermercato di Modica dove, fino a qualche anno fa, si recava a fare la spesa.

Rimarranno le sue tele, "... il celeste azzurrato dei suoi quadri marini, gli occhi di bambino che guarda l’orizzonte, provando a distinguere il cielo dal mare". E in quel suo mare sapremo ancora perderci, illudendoci in quell’immenso azzurro di riuscire a vivere lo splendore di un mondo, rinnegato dal buio delle nostre contraddizioni.

IMG_20181006_212253


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -