Sei all'interno di >> :.: Culture | Teatro |

Palermo: Francesco Chiantese a Teatro30

Francesco Chiantese dell’Accademia Minima del Teatro Urgente ospite di Teatro30 di Palermo per presentare "pudore" e "cicuta": un laboratorio, uno spettacolo.

di Maria T De Monte - mercoledì 24 gennaio 2007 - 6065 letture

Francesco Chiantese torna in sicilia, questa volta a Palermo, dal 31 gennaio al 4 febbraio e ad ospitarlo sarà il teatro30 di Via Magione. I direttori artistici e padroni di casa, Dario Ferrari e Nina Lombardino (alias Darianton), hanno compilato per questo anno un’ interessante stagione con artisti provenienti da diverse città italiane, accomunati dalla profonda necessità di fare teatro e dalla difficile condizione di farlo in maniera sommersa. Una stagione realizzata, così appare, per resistere a quel teatro figlio solo del commercio che sta rendendo asmatica la grande tradizione teatrale italiana.

Il ricercatore napoletano che vive e lavora in provincia di Siena, sarà a Palermo con il workshop teatrale "Pudore: lo spazio nel corpo e lo spazio fuori dal corpo" e con il suo spettacolo di improvvisazione "Cicuta! Una apologia di Socrate." entrambi prodotti dall’Accademia Minima del Teatro Urgente.

"Pudore" è un percorso di ricerca, a partire dall’uso dei sensi, alla scoperta di questo elemento (il pudore appunto) troppo spesso considerato nemico dell’attore che asseconda la leggenda metropolitana secondo la quale un artista debba possedere principalmente una buona "Faccia di culo". Il pudore, spogliato da inutili stereotipi, appare invece un "fortissimo ed essenziale strumento" per l’attore. Il workshop, teorico-pratico con attestato di partecipazione finale e dispense, ha una durata di cinque pomeriggi, dal 31 gennaio al 4 febbraio, ed è aperto ad un numero limitato di attori, danzatori, cantanti, performer.

"Cicuta" è uno spettacolo di improvvisazione a partire dal testo dell’Apologia di Socrate di Platone e dalle prime pagine dei giornali locali dello stesso giorno di recita. Un "gioco", come lo definisce il protagonista, per affrontare il tema della democrazia e della sua opportunità e della funzione sociale dell’artista...ma anche un modo per rendere "evidentemente" attuale uno dei testi sacri del teatro, com umiltà ed amore per la grande tradizione. "Uno spettacolo interpretato da un regista, e non da un’attore", come tiene a precisare in apertura Francesco Chiantese mettendo ironicamente "le mani avanti" sulla riuscita della performance.

Per informazioni dettagliate su "Pudore" e "Cicuta" è possibile contattare Francesco al sito www.francescochiantese.it per prenotazioni ed informazioni sulla stagione di Teatro30, consiglio un’occhiatina a www.liberiteatri.it

Ecco di seguito il cartellone del teatro30 ( copincollato tutto per voi!!! :-)):

Liberiteatri — stagione 2007 Teatro 30 - Direzione Artistica: Dario Ferrari e Nina Lombardino (Compagnia Teatrale Darianton)

Ci siamo. Anche questa volta facciamo la nostra proposta alla città: proposta di una stagione teatrale variegata, polimorfa, ampia, magari strana e curiosa, sempre incentrata sulle squisite, impalpabili, eccitanti onde dell’emozione. Il teatro diventa il ricettacolo delle sensibilità, l’agorà delle istanze civili, l’arena delle contese ideali, la pista di un velodromo delle cose impossibili, la pedana per distonie espressive, il palco per comicità clownesche, angolo scuro di torbide passioni, nembo che lancia saette iridescenti, garçonnière per sensualità trasgressive, corsia per incredibili ritmi musicali, salotto per amabili e piacevoli incontri, quadro di simbolismi terrifici. Tutto questo? Possibile? Allo spettatore il giudizio. La porta del Teatro30 è aperta: ricerca, sperimentazione, sensibilità, fantasia, abilità, entusiasmo sono già in scena. Prego Signori, si accomodino, ecco a voi: l’emozione a teatro. Buon divertimento!

31 gennaio - 04 febbraio "Cicuta! " Un’ apologia di Socrate spettacolo improvvisato a partire da "Apologia di Socrate" di Platone e dai quotidiani del mattino della recita. Un progetto di Francesco Chiantese (Pienza-Toscana) Prodotto da Accademia Minima del Teatro Urgente

07 - 11 febbraio "ZANNI E ZANNARUGA" Zanni e Zannaruga sono stati ingaggiati per uno spettacolo. Devono suonare e cantare, ma la pigrizia, la golosità e la paura dei fantasmi prenderanno il sopravvento. ANCHE PER RAGAZZI. Di Elisa Canfora Con: Elisa Canfora e Dario Villa (Garbagnate-Lombardia) COMPAGNIA DI PAOLA MANFREDI

14 - 18 febbraio "STANZE SONORE" Una stanza di 5x5m con pareti che lasciano intravedere. Un attore. Una marimba. Videoproiezioni. Luci. Sorgenti sonore spazialmente dislocate. Live elettronics. Un progetto di Marco Redaelli e STEFANO PANZERI. (Merate-Lombardia) Regia voce corpo movimenti luci di Stefano Panzeri

21 - 25 febbraio "CERCO IL SUONO FRA PAROLA E PAROLA " " Ogni lingua ha i suoi suoni. Basta accostarsi all’ascolto come facevamo da bambini, appoggiando una conchiglia all’orecchio. Con la stessa semplicità, io ascolto le parole, e insieme, ogni tanto, cantiamo ". Con: FRANCESCA GUAJANA

14 - 18 marzo BUZZATIANA "La Giacca Stregata" Una giacca tessuta da un sarto dalla cui tasca escono soldi, che però corrispondonoo ad altrettante azioni criminali. " i soldi che la giacca mi procurava venivano dal crimine, venivano dall’inferno..." Prodotto da Liberiteatri Con Dario Ferrari

14 - 18 marzo BUZZATIANA " I topi " "Che ne è degli amici Corio, che cosa è accaduto nella loro vecchia villa di campagna? Da tempo immemorabile ogni estate mi invitavano per qualche settimana, quest’anno per la prima volta no..." Prodotto da Liberiteatri Con Nina Lombardino

21 - 25 marzo "Malamente" Un barbone gira per le strade abbaiando rabbioso ai passanti e alle finestre illuminate; qualcuno gli ha rubato qualcosa, qualcuno non ha mantenuto le sue magnifiche promesse. Prodotto da Liberiteatri Di e con Dario Ferrari

28 marzo - 01 aprile "NERO " Una donna si spacca e trascende nella cruda dissertazione di un malessere atavico, ripercorrendo strade e vicoli mentali della sofferenza panormita dove unica salvezza risulta essere, forse, la snervante follia . Prodotto da Liberiteatri. Di e con Nina Lombardino

Dino Buzzati avrebbe voluto essere, del teatro, ospite a tempo pieno. "Il teatro è una cosa infernale" soleva dire, "il teatro mette l’uomo in una situazione completamente diversa dalla vita normale. Ed è per questo che è affascinante. Quando entri nel mondo del teatro, entri nella favola, entri nella fantasia, entri nel mito, entri nella droga. Il teatro è una droga." Buzzati riflette un periodo di profondi mutamenti nel costume e nella società, che lo stesso interpreta nelle sue pièce, passando dal linguaggio levigato, traslucido con cui nei primi testi affronta tematiche esistenziali, allo stile più quotidiano e ironico, velato di grottesco sarcasmo, con cui negli anni Sessanta descrive la realtà sociale e i fatti di cronaca. Dedichiamo anche a lui il nostro lavoro, a trentacinque anni dalla sua morte, con la messinscena di due suoi racconti: "La giacca stregata" e "I topi". Liberiteatri

Biglietti: Intero ¤ 6,50 - Ridotto ¤ 5,00 (Riduzione 30% per studenti, over 60, residenti in Provincia)

Abbonamenti: Intero ¤ 26,00 - Ridotto ¤ 20,00 (Riduzione 30% per studenti, over 60, residenti in Provincia)

orari spettacoli da mercoledì a sabato ore 21.00 domenica ore 17.00

info e prenotazioni: TEATRO30 via Magione, 5 - Palermo www.liberiteatri.it teatro30@liberiteatri.it 3335475847

LABORATORI:

31 gennaio - 04 febbraio Francesco Chiantese

"Pudore" Lo spazio nel corpo, lo spazio fuori dal corpo: il limite; dittatura della trasparenza; panopticon; creazione isolata, creazione partecipata; elementi del contrasto per 12 partecipanti - 15 ore ¤ 25

08 - 10 febbraio Dario Villa - Elisa Canfora

Laboratorio d’Improvvisazione comica e Commedia dell’Arte per 10 partecipanti - 12 ore ¤ 25


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -