Lentini: alla ricerca di una identità

Siamo a tre giorni dalle elezioni amministrative a Lentini. E tutto sembra trascinarsi stancamente verso il 5 giugno.
di Sergej - giovedì 2 giugno 2016 - 3682 letture

Un dato interessante di queste elezioni amministrative 2016 a Lentini, è quello anagrafico. Una preminenza di quarantenni, volti quasi del tutto "nuovi" se non fosse per chi è stato vicesindaco con l’amministrazione appena uscita (Andrea Zarbano, vice di Mangiameli), "figlio di" (Battiato e Saverio Bosco, figli di due vecchi politici di area di destra e centristi). Nuovo alla politica è Laezza, che proviene dal mondo dell’associazionismo. Non nuovo alla politica è Saggio, sponsorizzato da una certa area della destra. Altro dato interessante di queste elezioni è che solo Zarbano e Maria Cunsolo si presentano con chiari riferimenti di partito (PD e Movimento 5 stelle), scegliendo tutti gli altri liste civiche. Tra tutti, solo il Movimento 5 stelle ha scelto di presentare una sola lista, senza voler fare giochi con liste civette e limitrofe.

Per il resto, parlando con gli analisti più esperti di me di politica, sembra che questa sia stata una campagna abbastanza moscia. Non c’è stato uno scontro tra due leader (come nella passata tornata, tra Mangiameli e Neri). Tutto, dicono, sarà giocato sui voti della parte più popolosa della città, ormai localizzata a partire da via Termini verso nord; e in dipendenza non solo su quanti andranno a votare (alle scorse elezioni amministrative hanno votato in 15.545 al primo turno, su 22.835 iscritti), ma soprattutto sul numero reale di votanti che a Lentini vede una vera emorragia data dall’alto numero di emigrati (soprattutto giovani).

Andrea Zarbano sulla carta dovrebbe andare quantomeno al ballottaggio. E’ l’esponente uscito vincitore dalle primarie del PD. Per le primarie c’è stata una vera lotta tra tre esponenti del PD / Megafono (fa riferimento teoricamente a Crocetta, a livello locale è Alfio Grimaldi) che hanno fatto una campagna elettorale con grandi manifesti affissi per la città - un bel po’ di soldi spesi - una grande affluenza di persone che hanno votato alla Ex Pescheria. Ha vinto Zarbano, che però non si sa quanto gli sarà utile il fatto di essere appoggiato dall’ex sindaco Mangiameli - che tramite lui si pensa vorrà mantenere l’attenzione su Lentini per potersi candidare alle prossime elezioni regionali -, e non sappiamo quanti delle altre due correnti del PD lo sosterranno davvero votandolo.

Saverio Bosco ha saputo parlare con i ragazzi e le ragazze di Lentini, muovendosi molto bene in questa fascia d’età. Non sappiamo quanto questi ragazzi riusciranno a "contare" a livello di voti. Saverio eredita i voti di suo padre, antico sindaco di lentini negli anni Ottanta del secolo scorso. Anche qui non sappiamo quanti voti riuscirà a non perdere proprio per questa sua parentela dato che suo padre non sempre è stato ben sopportato dalla politica lentinese.

Maria Cunsolo è stata attiva nei movimenti, nel Comitato per l’acqua e la difesa dei beni pubblici. Una donna, una outsider della politica, giovane e combattiva. La volta precedente si era presentata con SEL, il partito di Nichi Vendola; ora con il Movimento 5 Stelle dopo una spaccatura interna di questo partito: il M5S aveva all’inizio intenzione di presentarsi con Laezza, ma questo non era stato gradito da tutti di qui spaccature, litigi e l’intervento degli organi di pacificazione regionali e nazionali.

Battiato e Dario Saggio sono rappresentanti della destra tradizionale lentinese. Qui bisognerà vedere quanto ancora contano le tradizionali clientele, all’interno di un quadro sociale - quello lentinese - piuttosto immobile negli ultimi vent’anni. Un immobilismo che è parte di un problema collettivo, interno a alcuni nodi che rimangono aperti: l’idea che si ha della città, e l’idea di quale sviluppo si vuole dare alla città.


Qui Tutti i video che abbiamo realizzato in occasione della campagna elettorale 2016 a Lentini. In gran parte al seguito del Movimento 5 Stelle...


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -