Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

L’eco-femminista Adenike Oladosu al webinar di Amref: “La giustizia climatica è giustizia sociale”

Lottare contro le emergenze climatiche in Africa vuol dire garantire le risorse ed i diritti umani

di Redazione - mercoledì 28 dicembre 2022 - 2846 letture

“I cambiamenti climatici colpiscono in modo sproporzionato donne e bambine, perciò senza parità di genere non può esserci giustizia climatica”.

Con questa frase Adenike Oladosu, eco-femminista e reporter Nigeriana, considerata tra le attiviste africane per il clima più influenti su scala internazionale, ha aperto il suo intervento durante il webinar organizzato da Amref “Mainstream Health and Climate Change”.

A livello globale, l’80% degli sfollati a causa di disastri ambientali sono donne. In Africa, soprattutto nelle aree rurali, le donne sono responsabili dell’approvvigionamento di acqua e cibo per le loro famiglie e le loro comunità.

La scarsità d’acqua si ripercuote sulla qualità della vita delle donne africane, incluso il loro diritto all’istruzione. L’abbandono delle terre a causa di condizioni meteorologiche avverse e conflitti costituisce un grave rischio per la sicurezza alimentare, contribuendo ad aumentare non solo il tasso di malnutrizione, ma anche di disoccupazione.

JPEG - 94 Kb
giusticia-clima-amref

Nonostante questo, sottolinea l’esperto in nutrizione Diplav Sapkota (SUN Movement), il concetto di “sistema alimentare” è entrato a far parte ufficialmente del discorso sul clima solo quest’anno durante la COP27.

In Africa, dove il 70% della popolazione ha meno di 30 anni, una persona al minuto muore a causa dell’inquinamento dato dall’uso di fertilizzanti tossici.

Perciò, investire sulle tecniche di agricoltura sostenibili, vuol dire rispondere a delle esigenze specifiche con esiti positivi sia sull’economia che sulla salute della popolazione.

L’accesso e la diffusione di dati sulle condizioni meteorologiche avverse in tempo reale alle popolazioni vulnerabili, può aiutare a prevenire e contrastarne gli effetti negativi.

Puntare sulla formazione di operatori sanitari (punti di riferimento per la popolazione) sulle tematiche legate al cambiamento climatico per diffondere consapevolezza ed operare in maniera mirata.

Queste sono solo alcune delle soluzioni proposte dagli esperti durante il dibattito, che dimostrano la validità di un approccio multi-settoriale che incorpori la la salute ed i diritti umani alla lotta per la giustizia climatica.

Rispondere alle emergenze climatiche in Africa vuol dire garantire le risorse ed i diritti alla popolazione di un continente ricco di possibilità.


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -