Il papa ha le tette?



domenica 5 marzo 2017 , Inviato da Francesco Paolo Caracausi - 1122 letture

Con intento divulgativo, seppur velato d’ironia, offro qualche spunto di riflessione sulla mai sopita questione omosessuale, invitando tuttavia il lettore ad approfondire, col necessario rigore scientifico, gli argomenti trattati. Ringrazio la dott. Ornella Giambruno per la gentilissima supervisione medico-biologica.

Perché il clero cattolico si manifesta come omofobo e sessuofobo? Perché non trascorre giorno senza che qualche “illustre” porporato faccia pubbliche lamentazioni o lanci offese nei confronti di chi è diverso dal …… “normale”? Ma cos’è il …… “normale”? Perché pretendono di giudicare e dettare regole in uno stato … laico?

Per secoli hanno condizionato l’evoluzione umana, scientifica e filosofica, frenando il diffondersi della cultura col controllo preventivo della stampa (imprimatur), la messa all’indice dei libri “indegni” o il rogo dei libri “proibiti”. Per secoli hanno osteggiato le idee nuove e le scoperte scientifiche, bollando come eretici tutti gli spiriti liberi, a volte condannandoli a morte o, nella migliore delle ipotesi, all’ostracismo ed all’isolamento. Galileo, costretto all’abiura, è stato “riabilitato” dopo 359 anni, Martin Lutero, fortemente critico avverso la chiesa romana ed il mercimonio delle indulgenze, ringrazia ancora la distanza da Roma per non essere finito … alla brace come Giordano Bruno.

Ancora oggi non credono all’evoluzionismo darwiniano, ancora oggi, a dispetto dell’insegnamento evangelico dell’accettazione, ostentano disprezzo verso tutti i “diversi”. Ignorano (forse) che è il loro stesso Dio Creatore ad aver creato gli omosessuali e perfino gli organismi ermafroditi, ed ignorano (forse) che anche fra gli animali esiste l’omosessualità. Perché gli omosessuali umani sono definiti con gli epiteti più ignobili (deviati, malati, disturbati, anormali, patologicamente diversi, etc.) dato che il (loro) Dio Creatore ha creato anche altri animali (non umani) omosessuali? Forse è un Dio birichino? Ci son forse fra i cani dei “prelati” (senza damascato, collane ed anelli però), che stigmatizzano i propri simili (cani) omosessuali?

Il sesso nell’essere umano si determina al momento del concepimento (sesso genetico), mediante la combinazione casuale del cromosomi del padre e della madre, ma si manifesta specificatamente (sesso gonadico) dalla settima alla quattordicesima settimana. La Natura (o Dio) sa già come sarà l’individuo appena concepito, ma lo avvia soltanto, il suo sviluppo avverrà in seguito. Nel differire il “lavoro” la Natura, straordinariamente previdente, fornisce già tutto il …. “necessario”, mammelle, gameti, etc. che poi, quando sarà il momento, si svilupperanno/differenzieranno oggettivamente negli organi ben definiti maschili o femminili. Lo farà producendo e “pompando” gli appositi ormoni che andranno a beneficio dello sviluppo degli organi sessuali e del cervello, della peluria, del timbro di voce, etc. etc. (sesso fenotipico). Ma non sempre le cose vanno per il verso programmato e ad uno sviluppo degli organi sessuali può non corrispondere l’equivalente sviluppo della connotazione sessuale del cervello (sesso psicologico), sicché un uomo si sente donna e pensa come una donna e viceversa. Quindi l’individuo rimane in bilico fra organi sessuali ben definiti ed il cervello con caratteristiche opposte, e dato che a volte si manifestano perfino situazioni di ermafroditismo anche fra gli umani le cose si complicano ulteriormente.

La Natura (o quel Dio birichino) a volte “sbaglia” qualcosa dunque, ma siam sicuri che “sbagli” davvero? Mi piace immaginare invece un Dio prodigo, che “sbaglia” apposta, perché è l’unico modo che ha per donarci delle creature meravigliose: Michelangelo, Wilde, Yourcenar, Tchaikovsky ….. Adriano.

Che la Natura applichi il principio del differimento dello sviluppo sessuale, preferendo prima occuparsi dello sviluppo dell’individuo nella sua interezza e complessità, mostra curiosamente che l’aspetto sessuale ha per la Natura minore importanza. Basta guardarsi … io ho le tette, anche il Papa ha le tette, anche i vescovi ed i preti, la Natura (o forse Dio) non aveva ancora deciso cosa e come saremmo diventati e ci ha dotato ugualmente di tutto l’armamentario. Volete forse biasimare Dio? Suvvia, con tutto il daffare che ha ….

Ai sedicenti ed autoproclamatisi rappresentati di Dio in Terra auguro cordialmente di salire una volta su quella metaforica collina da cui si vede un panorama diverso, da dove, guardando meglio intorno, potrebbero ulteriormente laudare Deum per “questa bella d’erbe famiglia e d’animali”°, omosessuali (uomini e bestie) compresi.

NOTE

° U.Foscolo

Per saperne di più:

http://it.wikipedia.org/wiki/Imprimatur

http://it.wikipedia.org/wiki/Ermafroditismo

http://it.wikipedia.org/wiki/Omosessualit%C3%A0_negli_animali

http://it.wikipedia.org/wiki/Cellula_gametica

http://www.treccani.it/scuola/tesine/sessualita

https://it.wikipedia.org/wiki/Ermafrodito_dormiente


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Il papa ha le tette?
7 marzo 2017

Stringente e lucido, non fa una piega. Anche il Papa lo disse: "meglio un ateo onesto che un cristiano ipocrita", e questo mondo sarebbe molto più vivibile...
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Ultimi interventi sul forum
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica