Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Città invisibili |

Lettera aperta alla nuova amministrazione comunale di Palermo 2017-2022



mercoledì 10 maggio 2017 , Inviato da Francesco Paolo Caracausi - 1527 letture

In occasione delle elezioni amministrative del 11 giugno 2017, a voi candidati e poi a voi eletti, desidero ricordare che: La munnizza non è di destra né di sinistra, gli asili pure. Per fare le cose, per risolvere i problemi, non c’è il facile o il difficile, non c’è un metodo "di sinistra" o un metodo "di destra", basta volerlo, impiegando però persone preparate, capaci e oneste. Se davvero avete a cuore il bene della città, come dite nei vostri roboanti proclami, qui trovate tanti suggerimenti gratuiti, 115 punti di riflessione. Chiunque voi siate, potete copiare, non esitate, più copiate meglio è. Mi scuso fin da ora per eventuali involontarie imprecisioni, chissà, magari perché son "cose già fatte" :D

JPEG - 61.8 Kb

#1 FILOSOFIA DELLA BELLEZZA:

1.1 Riaprire il museo Pitrè.

1.2 Riqualificazione della Vucciria ( http://www.caracausi.eu/vucciria/ e associazione Salvare Palermo ).

1.3 Continuare l’opera di riqualificazione di piazze e luoghi simbolo: Piazza del Carmine (Albergheria), piazza S.Onofrio, piazza Venezia, e di altre simili piazze del centro storico, eliminando progressivamente i parcheggi auto.

1.4 Restauro della piazza del Garrafello e della fontana

1.5 Censimento aree abbandonate e requisizione per giardini e parchi.

1.6 più cura del verde, e più attenzione ai vandalismi con inasprimento sanzioni. Installazione dell’innaffiamento automatico che, in esercizio, costa meno delle autobotti.

1.7 Il nostro lungomare sarebbe più bello di quello di Marsiglia! Maggior controllo: alcune strutture precarie già abbattute (zona Romagnolo-Colonnella) sono risorte …in cemento! Per non parlare della munnizza. Conversione dei porticcioli in porti turistici.

1.8 Restauro, miglioramento, incremento delle fontane (illuminarle di notte e l’acqua si può riciclare). Quando finisce il restauro della fontana del giardino inglese?

1.9 installazione di sculture in piazze e luoghi simbolo e particolarmente di personaggi della nostra terra (Pirandello, Sciascia, Meli, Basile, etc.) in pose “viventi” sui marciapiedi.

1.10 Consentire/incentivare gli affreschi (murales) su muri degradati, muraglie varie, scivoli, sottopassaggi, anche di case…. Più allegria…il serio è noioso. Quanto sono belle le saracinesche di certi negozi dipinte come murales! Magari si potrebbe premiare annualmente il miglior mural.

1.11 In via Messina Marine 635, la parte destra della vetreria Caruso (liberty) è stata abbattuta a favore di nuove abitazioni (https://www.amazon.it/Palermo-metafora-Francesco-Paolo-Caracausi/dp/1446152235 ). E’ possibile salvare e restaurare la parte rimanente?

1.12 Invitare i proprietari di carcasse auto abbandonate a rimuoverle, ed eventualmente multarli.

#2 DECORO, SALUTE

2.1. requisizione e distruzione delle "case Pilliu", ossia di quel che resta dell’immobile delle sorelle Pilliu (piazza Leoni), già in parte crollato l’8 gennaio 2005 ed ancora pericolante. Possibile utilizzo degli spazi per giardino fiorito o per grande rotonda abolendo i semafori della piazza.

2.2 In piazza Leoni ci sono SOLTANTO semafori per le auto, non c’è alcuna segnaletica per l’attraversamento pedonale, né strisce né semafori, tranne le sole strisce nella parte terminale di via dell’Artigliere. Sarebbe bene installarli.

2.3 Abolizione delle statue ed altarini di Padre Pio non autorizzati. Controllo attento dell’edilizia "santifica". La Città è multietnica e multiconfessionale ma le istituzioni sono laiche, come recita la Costituzione Italiana.

2.4 Per la stessa ragione, nel futuro non intestare più piazze e strade a qualsivoglia entità religiosa, di qualsiasi religione, santi, profeti, papi, preti, cardinali, etc.

2.5 Invitare i familiari dei morti per incidenti stradali a rimuovere i manufatti abusivi, altarini e lapidi, a loro spese, e se non lo fanno operare coercitivamente.

2.6 Rimozione di tutti i cartelloni pubblicitari che deturpano o nascondono gli edifici pubblici, i giardini, etc. ( >> http://www.girodivite.it/Il-segreto-di-Piazza-Principe-di.html )

2.7 Rimozione del "muro" di lamiere che circonda la villetta di Piazza principe Camporeale e ripristino della fruibilità. ( >> http://www.girodivite.it/Il-segreto-di-Piazza-Principe-di.html )

2.8 Sistemazione delle panchine, delle ringhiere e delle infrastrutture del litorale di Mondello, e restauro dello stesso molo (in corso di sgretolamento) prospiciente la piazza.

2.9 Restauro e riqualificazione della Galleria delle Vittorie (Via Bari – Via Maqueda – Via Napoli), magari per spazi espositivi, caffé silenziosi, …

2.10 Revisione della questione cimiteriale. Attento controllo della gestione, pulizia e sanità comprese. In attesa di eventuale costruzione di un nuovo cimitero: spurgo programmato delle tombe più antiche, esproprio delle tombe abbandonate (senza eredi), vietare per il futuro le concessioni per le costruzioni faraoniche ("cappelle gentilizie")¸ stop alla vendita degli appezzamenti, si alla vendita dei loculi singoli (in …”condominio”), sistemazione dei punti pericolanti, incentivazione della cremazione.

2.11 Studiare normative edilizie stilistiche a mo’ di quelle in vigore nelle Eolie (…lo "stile Eoliano"). E poi ... non si possono lasciare i pilastri in sospeso, gli intonaci non finiti, ed altre squallide amenità. Un maggior controllo nel rilascio delle licenze, e soprattutto, dell’abusivismo. Le disgrazie non vengono a causa della…”frana assassina” ma a causa dell’incuria dell’uomo.

2.12 Sistemazione/soluzione dello scempio di Pizzo Sella.

2.13 Obbligare i negozianti dei mercatini ad usare gli appositi cassonetti/cestini (se non ci sono installarli) e non sporcare a terra tutt’intorno. La RAP deve lavorare di meno.

2.14 Attento controllo e repressione degli ambulanti "nomadi", ossia degli ambulanti che depositano le merci su marciapiedi ed angoli di strade, per tutto il giorno, ogni giorno.

2.15 Vietare la vendita ambulante di merce deperibile (ad esempio pesce sotto il sole cocente) nei mesi caldi, a meno di regolamentarla seriamente a tutela dei cittadini. Non è lontano il caso di avvelenamento da pesce avariato (http://archivio.blogsicilia.it/tonno-avariato-i-consigli-dei-titolari-di-pescherie/ ).

2.16 incentivazione al restauro (comprovato da fatture vere e da sopralluoghi) di edifici privati del centro storico con l’esenzione IMU e TARI per 10 anni

2.17 Appare piuttosto singolare che laddove c’è un qualche pericolo per i pedoni, sul relativo marciapiede non ci siano transenne ma segnali stradali di "divieto di transito ai pedoni", ma solo da un lato, secondo il senso unico delle auto. (http://www.caracausi.eu/francesco/2002-05-19-repubblica-le-tante-stranezza-dei-segnali-stradali.htm ). Non sarebbe meglio transennare?

#3 ECONOMIA, LAVORO

3.1 uso dell’energia solare negli immobili comunali

3.2 eliminazione dei consulenti fissi a favore di consulenze “a progetto” e/o di concorsi pubblici, specialmente nel campo dell’architettura e dell’arredo urbano. Affidare i nuovi progetti per cose nuove e ristrutturazioni a concorsi pubblici riservati a GIOVANI (architetti, ingegneri,..). Fare poi una mostra. Costano poco (molto meno di…) e sono un trampolino di lancio (LAVORO) per i giovani professionisti oggi soffocati dalle baronie e dalle caste.

3.3 Progressiva conversione di LSU ed assimilati a favore di “contratti di servizio” con singole ditte. Ossia “Se fai bene il lavoro te lo riconfermo! …. e per i lavativi ci pensa la ditta. Progressivo abbandono della filosofia del COMUNE come IMPRENDITORE….non è il suo “mestiere”.

3.4 Censimento, controllo e riqualificazione delle scuole in relazione alle questioni di sicurezza e funzionalità.

3.5 Diminuzione IMU e TARI nel centro storico (Lincoln -Cavour -Volturno -Alberto Amedeo -Tukory).

3.6 Esenzione perenne IMU e TARI per gli artigiani che tornano a lavorare nel centro storico.

3.7 La TARI non può dipendere dalla superficie degli immobili ma dalle persone occupanti e dal loro reddito.

3.8 Creazione di scuole per tramandare i mestieri artigianali, gestite proprio dai vecchi artigiani, anche se già in pensione e con esenzione fiscale.

3.9 Studiare l’impiego degli anziani abili in: vigilanza nelle scuole, baby parking, etc.

3.10 Stimolare ed incentivare le associazioni no-profit di aiuto agli anziani inabili (la spesa, le medicine, il trasporto, etc.)

3.11 Riqualificazione dei mercati storici e controllo dei prezzi. Anche gli abitanti di Viale Strasburgo devono trovare conveniente e gradevole andare a Ballarò o al Capo.

3.12 Trasferire gli uffici comunali attualmente in affitto in immobili di proprietà del Comune.

3.13 Attento controllo della gestione e dell’affidamento delle manutenzioni.

3.14 Riqualificare l’area Fiera del Mediterraneo, incentivando il turismo congressuale, e riassegnando i padiglioni ad altre attività già peraltro suggerite qui.

#4 FUTURO (i beni più preziosi di una Nazione sono le persone….ossia, più di tutti, i bambini)

4.1 installazione di piccole aree gioco nei parchi, con suppellettili di legno ed un’area con la sabbia. Basta poco.

4.2 (d’intesa con la Confcommercio, facendo capire che è loro interesse). Invitare i grandi magazzini ad installare piccole zone gioco. Ma anche le banche ed i grandi uffici postali.

4.3 incrementare gli asili comunali (controllando bene chi ne possa averene diritto) ed i ritrovi per anziani.

4.4 (d’intesa con scuole, artigiani, industriali) Organizzazione di visite periodiche agli opifici della città, con particolare attenzione alle botteghe degli artigiani.

4.5 (d’intesa con le scuole) Organizzazione di visite a monumenti e musei (la nostra storia, la memoria). Riqualificazione dei musei a “misura di bambino”

4.6 (d’intesa con le scuole) Organizzazione di visite periodiche ai palazzi del Comune

4.7 feste periodiche (ogni mese?) per bambini (>>> Weltkindertag a Colonia) con giochi, intrattenimento, contatti con altre realtà sociali e lavorative, disegni sull’asfalto (!!!) magari in viale Libertà.

4.8 Rivediamo/riduciamo il ruolo da “baby sitter” di computer e tv. Con l’aiuto degli anziani, specie nei quartieri popolari, censimento dei giochi antichi (Acchiàna u patri cu tutti i sò figghi, Sciàncarabella, Uno monta la luna….etc) allo scopo di creare un’apposita pubblicazione e tornei ntà chiazza.

4.9 (d’intesa con le scuole) Istituzione di scuole di teatro per bambini, magari in ogni scuola.

#5 TURISMO, CULTURA

5.1 I turisti arrivano all’aeroporto, al porto, alla stazione ferroviaria. E’ lì che devono essere principalmente installati gli uffici di informazione turistica e la vendita di biglietti bus. Se dici al turista che l’ufficio informazione turistica si trova a piazza Pretoria non saprà mai come arrivarvi.

5.2 Abolizione del “coperto” nei ristoranti (già legge regionale nel Lazio). Se il comune non può legiferare in tal senso può certo esortare i ristoratori (d’intesa con la loro associazione) ad abolire il coperto, istituendo, a mo’ di deterrente, un “registro” internet dei ristoratori virtuosi.

5.3 Ai concorsi per le assunzioni di vigili ed altro personale comunale, prevedere obbligatoriamente l’esame di inglese parlato, aggiungendo punteggio per quelli che conoscono altre lingue straniere.

5.4 (d’intesa con la Confcommercio, facendo capire che è loro interesse). Nei negozi almeno un dipendente deve conoscere una lingua straniera. In vetrina un cartello: english spoken, on parle francais, etc.

5.5 diminuire il prezzo del biglietto bus, e soprattutto del carnet di 20 biglietti. Per i turisti, e non solo, instaurare biglietti settimanali e mensili e biglietti collettivi (fino a 5 persone un solo biglietto). Comunicare con gli albergatori, allearsi.

5.6 Fare campagne pubblicitarie serie per incentivare il turismo invernale ed il turismo congressuale.

5.7 Trasformazione del deposito locomotive di S.Erasmo in museo della ferrovia in generale, non solo di quella ferrovia a scartamento ridotto della Sicilia occidentale, che da qui partiva, e che rimase in funzione fino alla prima metà degli anni 50. (https://it.wikipedia.org/wiki/Ferrovia_Palermo-Corleone-San_Carlo ). Bonifica della corrispondente parte della stazione S.Erasmo ad ovest della foce.

5.8 Riqualificazione dei Cantieri culturali alla Zisa, con l’istituzione di una sala/studio musica attrezzata anche per la registrazione. In Palermo ci sono parecchi ottimi gruppi musicali con serie difficoltà per emergere.

5.9 Riqualificazione del Teatro di Verdura, studiando una più ampia utilizzazione, in campo musicale e teatrale e congressuale. Apertura della villa almeno nei giorni festivi.

5.10 Impiego di quella sorta di Ekklesiasterion di Piazza della Memoria (dietro il Tribunale) come luogo per spettacoli.

5.11 Richiamare in città, una volta l’anno, i madonnari, da tutta Italia, in una sorta di festival.

5.12 Richiamare in città, una volta l’anno, i carretti siciliani, in una sorta di festival, specialmente dal catanese ove c’è una valente tradizione di pittori di carri. Dovrebbe anche includere le “lape” addobbate e dipinte a mo’ di carretto senza sceccu. (Il cinquantenario la Piaggio l’ha festeggiato proprio a Palermo, con la premiazione della più bella “lapa”)

5.15 Istituire a Mondello, annualmente, il festival degli aquiloni.

5.13 Digitalizzazione documenti (libri, manoscritti, etc.) della Biblioteca Comunale. Attingere ad eventuali fondi europei. Fruizione via internet con tariffe di favore per studenti ed associazioni.

5.14 Festival/rassegna della canzone siciliana (Rosa Balistreri, Domenico Modugno, Otello Profazio, Massimo Melodia …) con particolare attenzione alla nuova (Tinturia, Lucina Lanzara, Carlo Muratori ….)

5.15 Requisire e restaurare la villa-rudere di via Monte San Calogero per farne un museo della scienza e della tecnica, d’intesa con l’Università ed altri istituzioni omologhe per l’eventuale fornitura di reperti.

5.16 Restauro del palchetto della Musica, in piazza Castelnuovo, e ripresa degli spettacoli musicali nei giorni di festa. I giovani musicisti siciliani avrebbero un’ottima occasione per mostrare il loro talento.

5.17 Giotto è meno importante di Lennon? Ed allora perché soppiantarlo riassegnando la piazza a Lennon? Assegnare una nuova piazza o una nuova via a Lennon e tenersi piazza Giotto sarebbe auspicabile.

5.18 Al concerto di capodanno invitare i gruppi musicali siciliani emergenti e non costose star

#6 VIVIBILITA’

6.1 Incentivare l’uso del mezzo pubblico contro l’uso del mezzo privato: aumentare i parcheggi intorno alla città, bus navetta e biglietti di favore (lascia l’auto e circola in bus con soli 3 euro), ripristinare la disponibilità di mezzi pubblici (acquisto, riparazione autobus), multe vere a chi invade le corsie preferenziali e parcheggia disinvoltamente.

6.2 installazione sul bus delle macchinette a moneta per la fornitura di biglietti, o istituire la figura dell’ "autista-bigliettaio" come nel resto d’Europa. Appositi registratori video sarebbero un deterrente avverso le rapine.

6.4 eliminazione dei cordoli (qualcuno vi è morto) a fronte di un attento controllo della viabilità.

6.5 controllo più accurato dei gas di scarico ed inasprimento delle sanzioni

6.6 progettare la costruzione di nuove linee di tram

6.7 rivedere accuratamente il piano piste ciclabili. Già da subito, senza troppe spese si potrebbero ricavare dai marciapiedi (come in molte città europee senza scandalo alcuno). Occorre però eliminare gli ostacoli (ad es. edicole di giornali).

6.8 incremento panchine e suppellettili, ad esempio fontanelle a spruzzo per bere, iniziando dai luoghi candidati all’aggregazione (”a chiàzza”)

6.9 incrementare installazione “forchette” per il parcheggio delle bici.

6.10 Incentivazione delle aree pedonali, non solo Maqueda e Cassaro. Bisogna però spiegare alla Confcommercio che nelle altre città sono proprio i negozianti delle aree pedonali che guadagnano di più. Ovviamente è una questione connessa a quella dei mezzi pubblici.

6.11 Mondello. Ultimazione del passante stradale a monte, fra via Pindaro e Via Piano Torre. Conseguente chiusura al traffico della litoranea a partire (almeno) dal Palace hotel. Pass per i residenti. Incremento bus navetta dai parcheggi già esistenti. Multe agli inadempienti.

6.12 Estensione degli orari di chiusura pedonale della via Libertà e Ruggero Settimo. Riaprire alle 20 non è opportuno, viste anche le lunghe code (e l’inquinamento) di automobili alla riapertura al traffico.

6.13 Studio di un piano traffico, per ridurre la circolazione di mezzi a motore endotermico e conseguentemente dell’inquinamento. Sebbene il signor C. all’epoca fu assolto, il problema inquinamento (PM10 etc.) esiste ( http://www.caracausi.eu/francesco/pm10/ )

6.14 Emanare normativa circa la pubblicità, a volte selvaggia, sia in caso di elezioni che per esercizi commerciali (cartelloni, spazi autorizzati, insegne luminose e non, etc.). Se un candidato fa mostra di non avere a cuore il bene comune ed il decoro e fa incollare dappertutto i suoi manifesti, figuriamoci cosa potrà fare quando e se verrà eletto!

6.15 Restauro e riparazione del ponte di via Oreto ( http://palermo.mobilita.org/segnalazioni/foto-quale-futuro-per-il-ponte-oreto/ ).

6.16 Censimento ed eliminazione delle barriere architettoniche, non solo a favore dei disabili ma anche delle mamme con passeggini, dei signori con carrello della spesa, etc. Ridare la città alla gente (mamme con bambini, bambini, disabili, anziani). Gli spazi, i marciapiedi devono essere a misura loro: spaziosi, puliti, non ostruiti da moto ed auto parcheggiate; i cittadini che non capiscono devono essere opportunamente sanzionati, ed allora capiranno.

6.17 Applicazione seria della normativa sul silenzio, con particolare riferimento ai locali pubblici ed alle manifestazioni “ufficiali”. E’ oltretutto sciocco che un locale abbia amplificatori a tutto volume per contrastare l’altro locale ad appena 50 metri di distanza. Idem per gli impianti musicali montati sulle autovetture ed autovetturette che scorazzano in città felici facendo ... tump tump al massimo volume.

6.18 D’intesa con la Confcommercio, nei locali pubblici, principalmente nei ristoranti, così come ci sono le “sale fumatori” è possibile avere le sale senza …maxischermi?

6.19 Incentivare impiego del “bici-sharing”

6.20 Incentivare impiego del “car-sharing”

6.21 Studio e ridefinizione del sistema di raccolta rifiuti nel centro storico, a causa delle vie strette¸ e delle tante case singole. (>>> Via Alessandro Paternostro)

6.22 Intesa con i costruttori di auto elettriche per offerte speciali (comprate 1000 esemplari lo sconto è:…) e riproposizione ai cittadini. Attenta campagna informativa (EDUCATIVA).

6.23 Migliorare la qualitá della vita di controllori e autisti AMAT, accoppiare dove possibile gli autisti con le linee che passano vicino casa loro, in modo che non debbano necessariamente prendere l’auto e andare in via Roccazzo o al capolinea per iniziare il turno.

6.24 Per qualsiasi problema nuovo che non sapete come risolvere, contattate i vostri omologhi delle città dove la qualità della vita è elevata, non c’è da vergognarsi, magari fate una visita sobria (senza codazzi). Potete ringraziarli invitandoli a Palermo, ne sarebbero felici.

6.25 Per l’identificazione dei luoghi in cui installare i semafori pedonali bisogna aspettare che muoia qualcuno? (Tania, presso via Libertà 100) E dire che il problema era stato segnalato!

#7 BUROCRAZIA

7.1 instaurare dei VERI sportelli unici, anche in internet, per le licenze, certificati, ricerche ed offerte di lavoro, etc. alleggerendo parimenti gli iter burocratici, ed un VERO sportello di interfaccia col cittadino per suggerimenti e segnalazione dei problemi. Il "mestiere" del Comune è di rendere la vita facile ai cittadini, ai giovani, che abbiano voglia di lavorare o di intraprendere, mettendo a loro disposizione normative, offerte, occasioni, idee, educazione, cultura, spazi fisici, affinché i giovani siano dissuasi dal fuggire all’estero o dal votarsi al facile malaffare.

7.2 spostare gli uffici di interfaccia con il pubblico in zone facilmente raggiungibile dai mezzi pubblici; messa in sicurezza.

7.3 controllare i meccanismi di circolazione delle informazioni. Il cittadino non è tenuto a comunicare informazioni già in possesso dell’amministrazione (Legge 15 del 4 gennaio 1968!). Ma gli uffici si parlano? sono connessi informaticamente? Se vendo/compro casa NON DEVO COMUNICARLO IO ai vari uffici IMU, TARI, etc.

7.4 Comporre la giunta di governo con almeno metà assessori donna.

7.5 Verifica dell’applicazione corretta del concetto di "luogo di culto" onde evitare l’evasione fiscale di IMU e TARI da parte di enti religiosi.

7.6 Telecamere fisse (webcam) nella sala del consiglio, quando c’è consiglio.

7.7 Estensione del voto agli immigrati legali e nomina di ASSESSORE ALL’INTEGRAZIONE.

7.8 Nel sito web del Comune, altre all’elenco delle delibere, metterne anche i contenuti.

7.9 Per tutte le questioni inerenti i servizi al cittadino, esenzioni varie, diritti vari, interessare gli altri organi dello Stato per consentire l’utilizzo di banche dati ai fini di controlli incrociati. Ad uno con la Ferrari e nessun 740, non si può concedere l’asilo gratis!

7.10 Istituzione del "baratto amministrativo" già in vigore in tante città del nord; il cittadino che non può pagare le tasse comunali, o desidera comunque collaborare al bene comune, offre al Comune il proprio lavoro part-time in campi di pubblica utilità, ricevendone in cambio sconto o esenzione. Varie iniziative già descritte qui potrebbero essere realizzate con questo sistema.

7.11 Perché un cittadino italiano palermitano non può accedere al "portale servizi on line" (non gli viene consegnata la password) se è residente all’estero ed è iscritto all’AIRE? E’ proprio perché non può recarsi .... "facilmente" presso gli uffici che è più necessario l’accesso via internet!

7.12 Istituire mailing list per i cittadini che desiderano essere informati su tutte le iniziative comunali.

7.13 Nomina di apposito ASSESSORE ALLA QUALITA’ DELLA VITA, per tutto quello che serve al cittadino, al turista, ai bambini, alla bellezza, al decoro, alla serenità, etc.

#8 AGGREGAZIONE, INTEGRAZIONE, SOCIALIZZAZIONE

8.1 Ripristino della cultura dell’agorà, "a chiazza", dell’incontro. Utilizzazione di varie piazze del centro storico opportunamente riqualificate, anche per fare incontrare le varie anime della città. Eliminazione dei GHETTI INVISIBILI.

8.2 Giornate interculturali (ogni mese?) ‘ntà chiàzza! Incontrare le persone provenienti dalle varie zone del mondo¸ capirne la storia, le tradizioni, la religione, la cultura, la cucina. Stand con prodotti e leccornie culinarie, magari fatte in casa. Meeting appositi… ovviamente da studiare.

8.3 Sagra della panella, arancina, sfincionello, etc. per far capire che oltre ai panini al colesterolo e certa pseudo cultura fastfood c’è dell’altro. Idem per gli altri cibi da strada tipici, a volte esclusivamente palermitani. L’allestimento di appositi stand, autogestiti e controllati (soprattutto sulle questioni rifiuti ed igiene) potrebbe essere il modo.

8.4 Assegnazione di un’ampia area o di immobili requisiti alla mafia, in cui le varie comunità esistenti in Palermo possano costruire luoghi di culto, ovviamente a loro spese ed in ossequio alle normative vigenti.

8.5 Concerti ntà chiàzza dei vari gruppi musicali di giovani palermitani. Costano molto meno di una rock star e soprattutto aprono prospettive di lavoro ai tanti talenti cittadini.

8.6 Negli anni 50 c’era il “corso dei fiori”, una sorta di sfilata di carrozze ed auto addobbate di fiori e con signori e signore elegantemente vestiti à la "Belle Époque". Si potrebbe sostituire con una sorta di mercato dei fiori, meglio “festa dei fiori”, una volta al mese, in una o più piazze del centro storico.

Grazie per aver letto fin qui. :)

JPEG - 118.5 Kb
# 1.8 La fontana del Giardino Inglese prima dell’inizio del restauro
JPEG - 92.9 Kb
# 1.10 a Mural su una saracinesca
JPEG - 101.7 Kb
# 1.10 b Mural su un muro degradato in via Celso
JPEG - 132.2 Kb
# 2.1 a - Case Pilliu crollate l’8 gennaio 2005
JPEG - 90.7 Kb
# 2.1 b - Case Pilliu oggi
JPEG - 134.2 Kb
# 2.2 a - Piazza leoni senza semafori né striscie pedonali
JPEG - 133.4 Kb
# 2.2 b - Piazza leoni senza semafori né striscie pedonali
JPEG - 123.4 Kb
# 2.13 La munnizza del mercatino del mercoledì
JPEG - 121.3 Kb
# 6.14 Affissione selvaggia
JPEG - 74.8 Kb
# 6.16 Uno degli scivoli impossibili ("alla Escher")


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica