Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Movimento |

Buon Anno da Emergency


C’è un gruppo di persone che non si emozionano soltanto davanti alle immagini tv di bambini uccisi dalle guerre. E’ un sentimento che provano ogni giorno. E soprattutto, agiscono.
venerdì 23 dicembre 2016 , Inviato da Redazione - 1060 letture

Adesso ci chiamano "L’ospedale miracoloso"

"Erano le 8 di sera e l’ultimo bambino stava lasciando l’ambulatorio medico del nostro Centro pediatrico di Port Sudan insieme alla mamma. Erano arrivati alle 5 del pomeriggio per una gastroenterite, disturbo molto frequente in questa parte dell’anno. Il bambino di circa 1 anno, dopo 3 ore di osservazione e reidratazione, stava meglio ed era pronto a tornare a casa.

JPEG - 118.6 Kb
Neonata nel centro pediatrico di Emergency a Port-Sudan

Mentre stavano lasciando l’ospedale, abbiamo sentito un urlo e abbiamo visto la madre sdraiata sul pavimento. Era incinta e ci è voluto pochissimo per realizzare che un altro bambino aveva bisogno del nostro aiuto!

Tutto è successo in un attimo. Grazie a un lavoro di squadra del nostro team dell’ambulatorio, alle 20:10 è venuta al mondo una bellissima bambina. Adesso ci chiamano ’L’ospedale miracoloso’, arrivi con uno ed esci con due bambini. La vita è meravigliosa!".

— Ljubica, coordinatore medico del Centro pediatrico di Emergency a Port Sudan

Stop drawing borders

Credits

Ogilvy & Mather Italia
 Chief Creative Officer: Paolo Iabichino e Giuseppe Mastromatteo
 Art director: Alessia Bonito Oliva
 Copywriter: Margherita Maestro
 TV Producer: Francesca D’Agostino
 Media Manager: Alessandra Pedrazzoli

Casa di Produzione: (h)films
 Regia: Igor Borghi
 Fotografia: Krishna Agazzi
 Executive Producer: Paolo Gatti
 Producer: Caterina Sacchi
 Digital subtitles: Artech Digital cinema

In questo 2016 che sta per chiudersi, oltre 4.800 persone hanno perso la vita cercando di attraversare il Mediterraneo in cerca di una vita più sicura, il numero più alto degli ultimi anni. Scappavano dalle guerra, dalla povertà, dalle persecuzioni. Hanno affrontato viaggi lunghi e pericolosi in cerca di un posto sicuro, di un lavoro, di diritti, di dignità. Ci auguriamo che nel 2017 siano più importanti le persone che i confini.

WEB-DOC: STORIA DI UNA PALLOTTOLA

Non perderti il 25 dicembre alle 18:30 e il 26 alle 16:30 in onda su Radio24 la prima parte del web-doc Storia di una pallottola. Con la voce di Valerio Mastandrea daremo la parola a pazienti e personale del Centro chirurgico per vittime di guerra di Emergency a Kabul.

Vai su Radio24


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Stampa Stampa Articolo
Ricerca
Inserisci la parole da cercare e premi invio
:.: Condividi

Bookmark and Share
:.: Articoli di questo autore
:.: Articoli di questa rubrica