Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Immigrazioni |

Tutti contro l’UCOII di Dachan

Ci avviciniamo a rapidi passi verso il 28 agosto, giorno in cui il ministro Giuliano Amato presiederà la quinta riunione della Consulta per l’Islam italiano, ma le polemiche sul caso Ucoii non accennano a diminuire

di Vincenzo Raimondo Greco - sabato 26 agosto 2006 - 4890 letture

Ci avviciniamo a rapidi passi verso il 28 agosto, giorno in cui il ministro Giuliano Amato presiederà la quinta riunione della Consulta per l’Islam italiano, ma le polemiche sul caso “Ucoii” non accennano a diminuire. Come i lettori sapranno, sabato scorso, l’Unione delle comunità islamiche in Italia aveva fatto pubblicare una inserzione a pagamento su alcuni quotidiani. “Ieri stragi naziste, oggi stragi israeliane” era il titolo, a caratteri cubitali, del comunicato che si chiudeva con un “Marzabotto = Gaza = Fosse Ardeatine = Libano”. Un proclama che ha fatto arricciare il naso anche a molti fratelli islamici tanto da spingere alcuni a richiedere l’allontamanento del rappresentante Ucoii dalla Consulta Islamica.

Ogni vero musulmano - scrive Shaykh ‘Abd al-Wahid Pallavicini, Iman della Coreis (Comunità Religiosa Islamica) di Milano - riconosce l’origine divina e la validità salvifica dell’Ebraismo e del Cristianesimo, e ne rispetta i simboli. Il riconoscimento reciproco tra le comunità religiose garantirebbe un’autentica fratellanza tra i credenti nell’unico Dio di Abramo”. Pronta la rettifica dell’associazione guidata da Mohamed Nour Dachan. I termini utilizzati, si legge in un comunicato dell’Ucoii, “volevano stimolare l’opinione pubblica italiana ad una riflessione sulla reiterata aggressione che lo Stato d’Israele stava compiendo contro un paese vicino, il Libano, senza smettere contemporaneamente di colpire quotidianamente con mezzi militari e altre continue odiose coercizioni e vessazioni, la popolazione civile di Gaza e della Cisgiordania occupata”.

E, ancora: “Nessuna forma di antisemitismo ci è possibile, nessuna forma di discriminazione religiosa ci è consentita”. Infine: “ci auguriamo che nessuna polemica strumentale possa creare un fossato tra la nostra comunità e il mondo della politica che con tanta prontezza ha reagito al nostro comunicato e che anzi, questa occasione sia foriera di un rinnovato dialogo”. Sarà difficile, però, mantenere questa linea difensiva il 28 agosto anche perché lo schieramento anti-Ucoii è variegato. E, probabilmente, serviranno a poco i distinguo che giungono da altri rappresentanti dell’associazione guidata da Dachan. D’altra parte che il percorso fosse pieno di ostacoli lo si era già intuito il 7 marzo scorso quando il “Manifesto dell’Islam d’Italia” fu approvato a maggioranza. Tra i voti contrari, proprio quello del rappresentante Ucoii.

Intanto c’è da registrare la presa di posizione dell’ex ministro Rocco Buttiglione. “Il manifesto dell’Ucoii - dichiara in una intervista a ’La Repubblica’- è aberrante e tiene conto solo di una campana. E’ vero che gli ebrei hanno molto sofferto, così come è vero che alcune volte hanno sbagliato. Ma quelli dell’Ucoii distorcono la realtà, non tengono conto del fatto che ad iniziare la guerra nel 1948 furono gli arabi che attaccarono Israele”.

Bisognerebbe, ha quindi aggiunto, il rappresentante dell’Udc, “fare una legge per espellere chi usa il nostro territorio per raccogliere fondi a favore di organizzazioni combattenti non riconosciute dal governo italiano e chi fa politica sul nostro suolo mettendo in imbarazzo il nostro Paese”. Diversa la posizione di quanti aderiscono al “Campo Antimperialista”, rete costituitasi nell’agosto del 2000 e di cui fanno parte organizzazioni e movimenti di tutti i continenti. In una nota esprimono piena e incondizionata “solidarietà” all’Ucoii. Ma è l’eccezione nel mare magnum di proteste sollevate dal manifesto ‘incriminato’.


- Ci sono 2 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Tutti contro l’UCOII di Dachan
26 agosto 2006

Ultima ora La Procura di Roma ha aperto una inchiesta nei confronti dell’UCOII per eventuale reato di istigazione all’odio razziale. Vincenzo Greco
    Tutti contro l’UCOII di Dachan
    26 agosto 2006, di : phrankow

    Va bene, però apra un’inchiesta anche su ciò che ha detto Berlusconi al meeting di CL, tanto più che lui lo spazio sui giornali non ha nemmeno bisogno di comprarlo.
Tutti contro l’UCOII di Dachan
25 gennaio 2007

Fuori dalle palle sti mussulmani, io sono molto propenso all’immigrazione, ma penso che ci siano culture molto piu colorate e benpensanti che gli islamici, che sono dei reclusi mentali prepotenti e soppressatori dei diritti umani.