Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Città invisibili |

Muore per salvare la vita

Placido Stissi si era fermato per soccorrere un automobilista ferito in un incidente. E’ stato ucciso da un’altra auto. I funerali a Biancavilla.

di Vincenzo Ventura - martedì 14 dicembre 2004 - 4331 letture

Più di mille persone lo scorso 12 dicembre hanno gremito la Basilica Santuario "Maria SS. dell’Elemosina" di Biancavilla per dare l’estremo saluto a Placido Stissi, il quarantenne morto tragicamente lo scorso 11 dicembre mentre stava soccorrendo un giovane autista uscito dalla corsia di marcia.

Placido Stissi, autista personale del Presidente della Provincia (prima con Nello Musumeci poi con Raffaele Lombardo), stava percorrendo la tangenziale di Catania per recarsi al suo lavoro. Giunto in una galleria, nei pressi dell’uscita di Gravina vede una Smart capotare. L’uomo non ci pensa più di una volta e si ferma per soccorrere il conducente rimasto ferito. Mentre attraversava a piedi la carreggiata, per raggiungere il ferito, una Citroen, condotta da un quarantaseienne di Catania, lo travolge in pieno. Lo stesso conducente della Smart al fortissimo impatto vede il corpo del povero Placido immobile a terra, e assieme ai primi soccorritori non può che constatare il decesso.

La notizia del tragico avvenimento giunse subito alla Provincia e il Presidente Lombardo, duramente colpito dal fatto, si è subito diretto all’ospedale "Garibaldi" di Catania, dove la salma era stata trasportata. Un fatto agghiacciante, che ha scosso duramente la comunità di Biancavilla dove il povero Placido risiedeva.

In tanti a Biancavilla sono rimasti scossi e increduli dalla prematura scomparsa di Placido. Stissi era particolarmente noto in città e di lui tutti conoscevano la sua disponibilità e la sua generosità. Infatti a dargli l’estremo saluto l’intera comunità biancavillese che si è ritrovata numerosa, la scorsa domenica nella Matrice per l’ultimo saluto a questo grande uomo. Una basilica stra piena, corone di fiori da tutte le parti, molti i personaggi politici presenti alla cerimonia funebre.

L’amministrazione comunale si è riservata il lutto cittadino, ma ha listato a lutto le del Palazzo comunale e ha dato stessa disposione ai circoli ricreativi della città. Intanto il giovane diciannovenne, Davide Cucinotta, conducente della Smart capotata è ancora scioccato, addolorato per la morte di questo uomo, di questo grande uomo, del suo eroe, che all’età di quaranta anni, lasciando moglie e tre figli, muore per salvargli la vita. Al rito funebre, presieduto da don Pino Salerno, Vicario foraneo, sono intervenuti anche Nello Musumeci, ex Presidente della Provincia, il quale ha parlato con le lacrime agli occhi e Raffaele Lombardo, presidente in carica.

Proprio per sottolineare l’importanza del gesto di Placido il prefetto e il Presidente della Provincia di Catania hanno avviato l’iter burocratico per la concessione di una medaglia al valore civile. La provincia inoltre si è fatta carico dell’esequie del proprio dipendente così tragicamente scomparso. "Abbiamo perso un collaboratore prezioso e un fraterno amico-ha dichiarato Raffaele Lombardo -sono particolarmente vicino allo straziante dolore della famiglia". L’assessore provinciale allo sport ha annunciato che parte del ricavato della "Festa di Natale" sarà devoluto alla famiglia.

"Un grande esempio per tutti noi", dichiara il Prevosto di Biancavilla "Un gesto eroico, generoso sino all’ultimo-dichiarano alcuni amici ai funerali-Placido è stato sempre un grande amico e Biancavilla non lo dimenticherà mai".

Biancavilla allo specchio http://biancavilla.clarence.com


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -