Sei all'interno di >> :.: Culture | Cinema - Visioni | Festival |

Festival del cinema di Roma 2023: i vincitori

Festa del cinema di Roma, tutti i premi

di redazione cinema - sabato 28 ottobre 2023 - 294 letture

(ANSA) - Festa del cinema di Roma 2023, questi i premi

1) CONCORSO PROGRESSIVE CINEMA

Miglior Film: PEDÁGIO (TOLL) di Carolina Markowicz -

Gran Premio della Giuria: UROTCITE NA BLAGA (BLAGA’S LESSONS) di Stephan Komandarev

Miglior regia: JOACHIM LAFOSSE per Un silence (A Silence)

Miglior attrice - Premio "Monica Vitti": ALBA ROHRWACHER per Mi fanno male i capelli

Miglior attore - Premio "Vittorio Gassman": HERBERT NORDRUM per Hypnosen (The Hypnosis)

Miglior sceneggiatura: ASLI ÖZGE per Black Box

Premi speciali della Giuria): ASHIL (ACHILLES) di Farhad Delaram C’È ANCORA DOMANI di Paola Cortellesi THE MONK AND THE GUN di Pawo Choyning Dorji

2) MIGLIORE OPERA PRIMA BNL BNP PARIBAS - COTTONTAIL di Patrick Dickinson

Sono state inoltre assegnate due Menzioni Speciali Miglior Opera Prima BNL BNP Paribas ai film C’È ANCORA DOMANI di Paola Cortellesi e AVANT QUE LES FLAMMES NE S’ETEIGNENT (AFTER THE FIRE) di Mehdi Fikri.

3) MIGLIOR COMMEDIA - PREMIO "UGO TOGNAZZI" - JULES di Marc Turtletaub

È stata inoltre assegnata la Menzione Speciale del Premio "Ugo Tognazzi" ad ASTA KAMMA AUGUST e HERBERT NORDRUM per Hypnosen (The Hypnosis).

4) PREMIO DEL PUBBLICO Tra i film del Concorso Progressive Cinema, gli spettatori hanno assegnato il Premio del Pubblico al film: - C’È ANCORA DOMANI di Paola Cortellesi

5) PREMIO SIAE CINEMA al progetto con la migliore sceneggiatura per la realizzazione di un’opera prima o seconda. - IL PRIMO FIGLIO di Mara Fondacaro


Festa Roma: Cortellesi vince tre premi, ’il grazie più grande a mia figlia Laura’

(Adnkronos) - "Voglio subito ringraziare la direttrice Paola Malanga e il presidente Gianluca Farinelli per avermi voluta alla Festa del Cinema di Roma. Ho avuto l’onore di aprire la festa del cinema della mia città. Andava già bene così. Sono molto felice di ricevere stasera questi riconoscimenti".

Paola Cortellesi commenta così i tre premi ricevuti alla 18ma edizione della Festa del Cinema di Roma: Il Premio del Pubblico, la Menzione Speciale Miglior Opera Prima e il Premio Speciale della Giuria. "Ringrazio la giuria e il pubblico che hanno voluto assegnarmi questi premi -prosegue l’attrice, alla sua prima esperienza come regista- Sono felice che giuria e pubblico si tendano la mano e che l’occasione di questo loro incontro sia proprio il mio film".

"Ringrazio Mario Gianani, Wildside, Fremantle, Vision Distribution e Sky per aver creduto in questo progetto e avermi consentito di realizzarlo. Grazie a Valerio, Emanuela, Romana, Giorgio, Vinicio, Francesco e a tutti i membri del grandioso cast di questo film", aggiunge la Cortellesi citando gli attori che hanno recitato nel suo film.

"Ringrazio i miei inseparabili compagni di viaggio Giulia e Furio, la troupe, la squadra meravigliosa che ho avuto prima, durante e dopo le riprese, che ha lavorato con impegno, forza, cura e gentilezza. Ringrazio la mia famiglia: quella da cui provengo e quella che ho costruito giorno dopo giorno insieme a Riccardo. Il grazie più grande è per Lauretta che, senza saperlo, guida ogni mio passo", conclude l’attrice riferendosi la figlia Laura.


Festa Roma: ecco i numeri, 70mila 640 biglietti emessi e oltre 5mila accrediti

(Adnkronos) - 70.640 biglietti emessi tra pubblico e accreditati, 5.121 accrediti, 5.148 ingressi ad eventi gratuiti. Sono solo alcuni dei numeri dell’edizione numero 18 della festa del Cinema di Roma, che si avvia a chiudersi domani con risultati importanti. I biglietti staccati nelle sale in città sono stati 7.485, e il totale presenze 83.273. Considerando anche la giornata di oggi e di domani, le presenze stimate a fine festa sono 92.000.

La kermesse capitolina ha visto avvicendarsi 543 proiezioni, per 169 film provenienti da 31 Paesi. La manifestazione di è sviluppata in 3 sale all?Auditorium, 15 sale in città.

Sono 88 i media partner.v Gli articoli nazionali e locali riguardanti la festa sono stati 1.132, gli articoli web 9.711, i TG e Radio ne hanno parlato in 828 servizi, mentre gli articoli internazionali sono stati 661.

Benissimo anche sui fronte Web & Social: il sito ufficiale ha avuto 212.000visitatori, con visualizzazioni sito 950.000. Facebook 125.200, Twitter 38.900, Instagram 68.500, Youtube (views video) 387.000 e Tik Tok 20.000


Chiude Gerald Butler, a Alice nella città oltre 155mila presenze

(ANSA) - Si chiude con grande successo di pubblico e critica e con l’arrivo di Gerard Butler la ventunesima edizione di Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del cinema di Roma diretta da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli. La star britannica sarà a Roma per consegnare - domani domenica 29 ottobre alle ore 12.00 all’Auditorium Conciliazione - il Premio "Breakout Actors of the Year" a Oliver Trevena, evento che si inserisce tra le attività promosse da Alice nella città insieme ai produttori Andrea Iervolino e Monika Bacardi a sostegno del talento.

Dopo la cerimonia di premiazione sarà proiettato "Paradox Effect", film diretto da Scott Weintrob e prodotto da ILBE, Iervolino & Lady Bacardi Entertainment, di cui Trevena è protagonista con Harvey Keitel e Olga Kurylenko. a ventunesima edizione segna una crescita importante per Alice nella città in termini di partecipazione ed eventi. Sono 155.258 le presenze registrate, tra pubblico e accreditati, con un aumento del 27% rispetto allo scorso anno; 5 le location del festival: Auditorium Parco della Musica, Auditorium Conciliazione, Cinema Giulio Cesare e, da quest’anno, anche il Palazzo delle Esposizioni e il Cinema Adriano; un giorno in più di programmazione per un totale di 85 proiezioni totali, 120 eventi, tra i quali gli incontri WomenLands realizzati in collaborazione e a sostegno del Comitato Expo 2030 Roma, e le masterclass organizzate con il Nuovo Imaie e Cinecittà.

Un successo anche gli Short Film Days che, grazie a un fitto calendario di panel, incontri e networking meeting, hanno richiamato le delegazioni straniere di Canada e Francia, paesi ospiti di questa prima edizione, e 170 professionisti del settore, tra produttori, distributori, autori, registi, con una presenza femminile del 40% e 13 progetti presentati. Il programma di Alice nella città si chiude con tre grandi anteprime all’Auditorium Conciliazione.

Alle ore 19.00 sarà proiettato l’atteso "All of Us Strangers - Estranei" scritto e diretto da Andrew Haigh, già proiettato verso gli Oscar con Andrew Scott, Paul Mescal, Claire Foy e Jamie Bell. Il film, ispirato al romanzo "Estranei" ("Strangers") di Taichi Yamada (1987), è una storia d’amore universale. "Siamo felici - dichiarano i Direttori di Alice nella Città Fabia Bettini e Gianluca Giannelli - di completare il programma con un film che ci permette di riflettere su identità, relazioni, educazione alle differenze, aspettative e condizionamenti culturali che troppo spesso ci rassicurano sulla giustezza dei nostri sentimenti. È prezioso perché propone agli spettatori di indossare a rovescio qualche abito mentale.

Alice nella città è diventato un punto di riferimento non solo per il mondo della scuola e la formazione, ma anche per l’industry e gli addetti ai lavori sia italiani che internazionali". In programma anche due film di grande impegno: alle ore 17.00 "Shukran" di Pietro Malegori, un’opera di drammatica attualità ambientata nella Siria devastata dalla guerra del 2011 con protagonista l’attore iraniano Shahab Hosseini. Alle ore 21.30 sarà la volta di "The Goat" di Ilaria Borrelli, accompagnato da star di prima grandezza del mondo arabo come Amr Saad, Sayeb Ragab, Nelly Karim e Maya Talem. "The Goat" è la prima, e ad oggi l’unica, grande produzione internazionale araba diretta da una donna occidentale.


Fabia Bettini, ’Alice nella città’ è diventata grande

(ANSA) - "La cosa più importante è che Alice nella città (sezione autonoma e parallela dedicata alle giovani generazioni alla Festa del cinema di Roma) sia diventata grande e inizi a diventare un player rispetto all’industria. Mi sembra che ci sia non solo un maggiore radicamento in città e registriamo tutti dati in crescita rispetto allo scorso anno, pur non avendo aumentato molto il numero dei film, una dimostrazione di seguito e rafforzamento".

Lo dice all’ANSA Fabia Bettini direttrice con Gianluca Giannelli di Alice nella città, che nella sua 21/a edizione segna un aumento in termini di partecipazione ed eventi. Sono 155.258 le presenze registrate, tra pubblico e accreditati, con un aumento rispetto al 2022 del 27%, con la biglietteria che è cresciuta del 30%. Fra gli arrivi finali c’è anche Gerald Butler che nella giornata di chiusura del 29 ottobre all’Auditorium Conciliazione consegnerà il Premio "Breakout Actors of the Year" a Oliver Trevena.

"E’ una segnalazione del talento, del volere sostenersi, anche tra attori, in questo momento difficile, non solo parlando di cinema ma anche di diritti, come negli incontri di Womenlands (realizzati in collaborazione e a sostegno del Comitato Expo 2030 Roma) da Nastassja Kinski a Anna Foglietta". Alice "è cresciuta molto più di quanto potessimo sperare, è entrata nella città. Ora forse c’è da fare uno scatto dall’artigianale all’industriale e lo stiamo facendo.

Ad esempio con gli Short Film days, un mercato del cortometraggio; la segnalazione di film importanti, anche per l’educational e la formazione, che poi trovano una distribuzione e funzionano sul mercato, che possano costruire un nuovo pubblico, da One life a Estranei con il ritorno di Paul Mescal". Pur mantenendo sempre come base l’input di formazione, attraverso le proiezioni e le iniziative con le scuole "verso cui un’attenzione che dura tutto l’anno, non soltanto la Festa", ora Alice ha anche un dialogo più intenso anche con il sistema industry, in termini valorizzazione dei talenti, di produzione, distribuzione, uscita in sala, botteghino".



- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -