Sei all'interno di >> GiroBlog | Quisquilie & pinzellacchere |

Q&P n. 205 - Se volete sapere ...

Rileggendo di una lezione su "Patria Indipendente", giornale on line dell’ANPI, che indicava ai giovani dove trovare le radici della Costituzione...

di Franco Novembrini - mercoledì 23 agosto 2023 - 652 letture

Rileggendo sul giornale dell’ANPI on line "Patria Indipendente" il testo di una lezione tenuta da Pietro Calamandrei ai giovani, nella quale indicava i luoghi dove gli antifascisti combatterono e morirono per liberare l’Italia dal gioco dei nazisti e dei loro servi repubblichini, i monti dove forte era la Resistenza e i luoghi dove i nazifascisti fecero delle stragi di innocenti, delle quali alcune ancora senza colpevoli e con i collaborazionisti mai puniti, a volte chiamati a ricoprire incarichi nelle alte cariche dello Stato.

Visti i pericoli che corre la nostra Costituzione, vorrei fosse data voce e spazio ai costituzionalisti che ne difendono lo spirito e l’integrità. Purtroppo negli ultimi decenni è stato messo in atto un piano che ne vorrebbe demolire i principi in nome di una modernizzazione e a farlo siano dei politici di molte fazioni, non si può più parlare di partiti, che nascondono la loro colpevole ignoranza con frasi che farebbero arrossire Azzeccagarbugli. Agli onorevoli (!?!) che stanno alzando alti lai per i diritti ai privilegi che si sono autoassegnati consiglierei di fare un bagno di realtà ed andare nei luoghi nei quali la nostra bella Costituzione viene ignorata o addirittura violata, cioè andare fisicamente nelle code per un pasto alla Caritas, al Pane quotidiano e nelle altre numerose sigle di opere benefiche.

Un altro giro consigliabile potrebbe essere quello nei mercati rionali nell’ora di chiusura e vedere dei cittadini cercare tra gli scarti per portare a casa qualche frutto o verdura ancora mangiabili. Non tralascerei poi di farne un altro per ospedali e uffici del servizio sanitario per prenotare qualche appuntamento.

Per ultimo di quella che sarebbe una lunga lista vorrei anche facessero ne facessero uno per le varie scuole con edifici che a volte superano il secolo di età e delle carceri nelle quali è difficilissimo che si trovi un corrotto di una certa levatura, di un ministro, di un deputato o senatore già pluricondannato, ma molti ladri di polli o disadattati che magari se avessero goduto dei diritti che la nostra Costituzione gli garantisce avrebbero potuto percorrere altre vie. Infine sarebbe auspicabile che la loro presenza nelle assemblee di Senato e Camera fosse più costante no, come spesso succede, notevole quando c’è da salvare dall’arresto alcuni colleghi e lasciare le aule vuote quando si parla di terremoti o inondazioni e addirittura deserte in coincidenza con partite di calcio o altri eventi sportivi dei quali possono avere posti ambiti e gratuiti.

Gli articoli della Carta costituzionale poi dicono che il nostro Paese aborre la guerra, allora che cosa ci fanno molti onorevoli e ministri in giro per il mondo a trattare armi che notoriamente servono per la guerra?

Poi non è vero che non abbiamo mai partecipato a guerre dopo il 1945, ne abbiamo fatte eccome, solo che le abbiamo chiamate in altro modo.

Ne stanno parlando troppo e ci sono già due fazioni contrapposte su un libro e delle dichiarazioni rilasciate da un generale (ma come avrà fatto a diventare generale?) che sono omofobe e razziste e su i caratteri identificativi del colore e dei tratti fisici degli italiani. Gli consiglierei di guardare le sfilate dei militari italiani che imitavano il nazista "passo dell’oca" per vedere degli uomini di statura media piuttosto bassa e che comparati ai loro nipoti di oggi sono molto meno prestanti e lo sono per una ragione che dal dopoguerra in poi gli italiani hanno cambiato fisico per la semplice ragione che, fino ad ora, hanno potuto nutrirsi meglio. Ma di che caratteri identificativi sta parlando?


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -