Sei all'interno di >> :.: Città invisibili |

Parigi, il cerchio del silenzio

Manifestazione per la pace davanti al Centre Pompidou (Parigi) da parte di Cercles de Silence. Dal nostro inviato a Parigi.

di Redazione - domenica 17 marzo 2024 - 583 letture

Il 16 marzo 2024, davanti al Centre Pompidou in pieno centro di Parigi, la manifestazione flash-mob per la pace indetta da Cercles de Silence.

JPEG - 337.5 Kb
Parigi - centre Pompidou
JPEG - 211.2 Kb
Parigi, Centre Pompidou - manifestazione di Circles de Silence - 001
JPEG - 194.2 Kb
Parigi, Centre Pompidou - manifestazione di Circles de Silence - 002
JPEG - 179.6 Kb
Parigi, Centre Pompidou - manifestazione di Circles de Silence - 003

Il movimento Circles of Silence è stato lanciato nel 2007 per "protestare contro il confinamento sistematico dei migranti privi di documenti nei centri di detenzione amministrativa in Francia".

I partecipanti si incontrano (di solito una sera al mese) per osservare un’ora di protesta silenziosa, disposti in cerchio in una piazza pubblica. Il movimento conta 180 circoli e oltre 10.000 partecipanti.

L’obiettivo è sia quello di protestare contro "l’incarcerazione di persone per il solo motivo che sono entrate in Francia per vivere meglio o per salvarsi la vita", sia quello di denunciare le condizioni di detenzione stesse.

Nell’ambito della protesta contro la prevista apertura nel 2010 del più grande centro di detenzione francese a Mesnil-Amelot, vicino all’aeroporto di Roissy, il giorno dell’inaugurazione prevista, il 30 marzo 2010, è stato organizzato uno straordinario cerchio di silenzio davanti agli edifici. Sebbene la data sia stata infine rinviata, il cerchio si è tenuto comunque, con la partecipazione di circa 300 persone.

Questo movimento è stato lanciato dai frati francescani di Tolosa nel 2007, su iniziativa di uno di loro, Alain Richard. Si è diffuso in diverse città ed è stato ripreso da diverse associazioni, tra cui Cimade e Réseau éducation sans frontières. I Circoli del Silenzio si descrivono come un’associazione che riunisce "tutte le correnti di pensiero e aperta a tutti".

L’iniziatore dei Circoli del Silenzio vede la sua iniziativa come parte del movimento della non violenza, nel quale è coinvolto da molti anni. Formato da Lanza del Vasto, indica il Vangelo, Gandhi e San Francesco d’Assisi come fonti di ispirazione per la sua azione. Nel 2010 ha descritto il suo approccio e la sua lotta di tutta la vita contro la violenza in un libro-intervista con il giornalista Christophe Henning [1].


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -