Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Comunicazione |

Attivisti condannati dal tribunale di emergenza in Egitto

Hanno già trascorso 28 mesi in detenzione arbitraria chiedi, insieme a noi, il loro rilascio immediato e incondizionato.

di Redazione - giovedì 17 marzo 2022 - 1592 letture

Lo scorso dicembre il tribunale di emergenza per la sicurezza dello stato ha condannato l’attivista Alaa Abdel Fattah a cinque anni di reclusione e l’avvocato per i diritti umani Mohamed Baker a quattro anni di carcere, dopo averli giudicati colpevoli dell’accusa infondata di “diffusione di notizie false” attraverso post sui loro social media.

Entrambi sono tra le migliaia di persone detenute arbitrariamente in Egitto per aver esercitato pacificamente i propri diritti umani o per essersi occupati di processi gravemente iniqui, inclusi processi di massa e militari.

Sono detenuti in condizioni disumane nel carcere di massima sicurezza Tora 2, al Cairo. Le autorità carcerarie li tengono in celle piccole e poco ventilate e negano loro letti e materassi. A differenza di altri detenuti, a loro è vietato fare esercizi nel cortile del carcere e non possono utilizzare la biblioteca del carcere né ricevere libri o giornali dall’esterno del carcere a proprie spese. Le autorità carcerarie negano loro abbigliamento adeguato, radio, orologi, accesso all’acqua calda e qualsiasi oggetto personale, comprese le foto di famiglia.

Hanno già trascorso 28 mesi in detenzione arbitraria chiedi, insieme a noi, il loro rilascio immediato e incondizionato.

FIRMA L’APPELLO

PNG - 348.7 Kb
DEM_Egiziani

I tag per questo articolo: | | | |

Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -