Sei all'interno di >> :.: Rubriche | Sportivamente |

Pane e pallacanestro. Incontro con Carlton Myers e Dan Gay

Incontriamo i due giocatori durante la presentazione pubblica della nuova Scavolini Pesaro, alla Festa dell’Unità. Due battuite e quattro domande...
di Tano Rizza - lunedì 3 settembre 2007 - 2625 letture

Esattamente come te lo aspetti. Sorridente, disponibile e pronto a conversare con i suoi tifosi. Carlton Myers è la bandiera della Scavolini Pesaro, ruolo che ricopre dal 2005 con responsabilità e una buona dose di tranquillità. Trentasei anni, e tanti successi sportivi alle sue spalle. Myers detiene il record di punti segnati una sola gara, nel 1995 ne segnò 87, in poco meno di 40 minuti. Con la nazionale italiana ha partecipato a due campionati europei, vincendo il titolo nel 1999 e la medaglia d’argento nel 1997, all’edizione del 1998 dei mondiali, e alle Olimpiadi di Sydney 2000, fu portabandiera dell’Italia nella cerimonia d’apertura.

Davanti a lui la nuova stagione, che lo rivede protagonista nel massimo campionato di basket italiano. Grazie al suo talento e alla sua esperienza Pesaro ha riconquistato il diritto di disputare l’A1. Lo incontriamo durante la presentazione pubblica della nuova Scavolini Pesaro, alla Festa dell’Unità. É nel retropalco che ride e scherza con i compagni di squadra, ci avviciniamo e scambiamo due parole con il capitano della Scavolini.

Qual’è il tuo legame con Pesaro?

É forte, qui ho fatto i miei primi due anni di A1 nella mia carriera. Ma non è solo un legame sportivo, mia madre è nata a Nuova Feltria, qui nella provincia di Pesaro-Urbino, quindi ho un atteggiamento partigiano nei confronti della maglia che indosso, ho vissuto una parte della mia vita qui, e adesso a 36 anni sono nuovamente qui. Poi, il pubblico di Pesaro è sempre riuscito a sorprendermi. Non è una tifoseria che ha bisogno di essere motivata, incitata o invitata. É una tifoseria che c’è sempre, costantemente, e non lascia mai la squadra sola. Poi, quando il momento conta sono sempre presenti. Questo è importante.

Ritrovi la massima serie. Che stagione ti aspetti?

Mi auguro una stagione divertente, sia per la squadra che per il pubblico. É una stagione particolare per me, sono tornato in A1 dopo due anni di B e Legadue, dove sono stato bene, ma mi è molto mancato il massimo campionato, qui ci sono sfide più avvincenti, gli stimoli sono altri.

La squadra di quest’anno come la vedi?

Sono ragazzi tranquilli, sereni, e giovani. Ci sono molti americani speriamo che si riesca a trovare il giusto equilibrio. Ma abbiamo già il passo giusto.


Ha ragione Mayers, la Scavolini di quest’anno ha molti stranieri. Tanti di passaporto USA. Il loro ambasciatore e portavoce è Dan Gay, nato negli stati uniti ma naturalizzato italiano, anche lui alle sue spalle ha tanti successi ed è stato giocatore della nostra nazionale di basket. Veterano del campionato italiano e pesarese d’adozione. Per lui, quest’anno la dirigenza di Pesaro ha trovato un doppio ruolo, oltre che a vederlo in campo sarà anche team manager della Scavolini. Lo intervistiamo per capire come si stanno trovando i nuovi acquisti stelle e strisce di Pesaro.

Che ci dici del gruppo americano di quest’anno a Pesaro?

É un gruppo molto divertente, molto spettacolare. Sono professionisti, ma anche gente tranquilla. Si stanno integrando perfettamente con il vecchio gruppo, si sta creando un buon affiatamento tra noi, è importante. Inizialmente pensavo che avrebbero potuto avere delle difficoltà con il gruppo storico, ma non è stato così. Sono bastati pochi allenamenti assieme e sono entrati in sintonia con tutti, hanno capito i giochi e gli schemi, e sta diventando molto facile il trovarsi bene in campo. Si sta preparando una squadra che lotta, si diverte, e fa divertire il pubblico, a Pesaro si può lavorare con tranquillità, non ci sono pressioni eccessive. L’obiettivo finale è solo uno, se per un anno lavori e sudi per una squadra alla fine vuoi centrare un obiettivo, e noi abbiamo quello di rimanere in A1.


Intervista raccolta alla festa dell’Unità di Pesaro, il 2 Settembre 2007

http://www.dspesaro.net/


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -