Sei all'interno di >> :.: Culture | Libri e idee |

Urbino: identità e contaminazioni

In questa pagina, la prefazione della raccolta di racconti e poesie ideata da Openhouse, i nomi dei vincitori del concorso letterario, il fotoreport e il servizio televisivo di Tele 2000 della prima presentazione pubblica...

di Tano Rizza - giovedì 4 marzo 2010 - 4136 letture

Racconti, poesie, suoni e visioni dalla città ducale

Quando abbiamo pensato, per la prima volta, di organizzare questo concorso letterario non c’eravamo posto il problema di cosa potesse venire fuori, del risultato finale. Ci piaceva l’idea di raccontare Urbino, con l’occhio di chi la vive, l’ha vissuta o c’è soltanto capitato poche volte. L’idea non era tanto di parlare della città ducale, ma quella di dare la possibilità a un buon numero di autori di dare vita a dei personaggi, reali o immaginari che siano, che si muovessero tra le mura di questa città.

Che identità avrebbero dato a questi personaggi? Che tipo d’interazioni tra loro? I meccanismi creativi sono sempre imprevedibili. Abbiamo lanciato una tematica, ampia, e aspettato i racconti. Ne sono arrivati tanti, con le più diverse trame.

Dopo una prima scrematura, abbiamo costituito una giuria. Anche qui abbiamo fatto una scelta, puntando sulla qualità delle realtà dell’editoria emergente marchigiana. In giuria, quindi, oltre allo staff della nostra rivista- Openhouse – anche i ragazzi del free press cinematografico Analogico e dalla redazione della casa editrice Aras, e per garantire l’assoluta bontà dei racconti selezionati ci siamo avvalsi dell’esperienza del collettivo Anonima Scrittori, nelle vesti di giuria di qualità.

Alla fine sono stati selezionati ventidue autori. Questa raccolta è frutto delle menti di studenti universitari, ex studenti, residenti e semplici turisti. Con le loro diverse identità e prospettive culturali d’appartenenza, hanno dato vita a un macrocosmo immaginario diversificato. Il risultato è una fotografia creativa fatta di racconti, poesie, suoni e visioni provenienti dalla città ducale.

Openhouse

A cura di Tano Rizza ed Evelyne Capitanio

La raccolta è disponibile al prezzo di 5 euro nelle librerie di Urbino e Provincia, e online a partire dal sito della casa editrice Aras (catalogo nuovi orizzonti), e in tutti gli store nazionali.

risorse online

http://www.arasedizioni.com/

su IBS, qui

http://www.ibs.it/code/9788896378151/zzz1k1456/urbino-identit-agrave-e-contaminazioni.html?=4620

se, invece, l’hai già letta aspettiamo i tuoi commneti qui, o su Facebook, nella pagina Fan della raccolta, a questo link:

http://www.facebook.com/pages/raccolta-Urbino-identita-e-contaminazioni/365307140109?ref=nf

Questa raccolta, frutto di un concorso letterario

La raccolta di racconti e poesie è partita a Novembre del 2009 dal lancio del nostro concorso letterario. In tutto hanno mandato i loro scritti quarantadue autori, delle più differenti età e provenienze geografiche. Dopo una prima selezione da parte dello staff di Openhouse, sono andati nella mani della giuria allargata ben venticique elaborati.

La giuria – formata dal press cinematografico Analogico, dalla casa editrice Aras, da Openhouse, e dalla giuria di qualità composta dai membri del collettivo letterario Anonima Scrittori – ha decretato 22 finalisti. I 22 autori che compongono la raccolta attualmente in distribuzione.

La giuria, aveva anche il compito di stabilire un podio, simobolico perche seriviva solo ad eleggere i primi tre elaborati. Cosa c’era in palio? Nessun premio o lustrino speciale, ma solo il piacere di avere in apertura della raccolta i loro lavori.

E chi ha vinto?

Bene, questi i nomi dei tre vincitori, e il titolo dei loro racconti:

I° classificato_Matteo Cellini, con il racconto Minosse

II° classificato_Marco Berrettini, con Alla Finestra di un Duomo

III° classificato_Emilio Abbondandolo, con il racconto Non Aprire a Nessuno

Ringraziamo tutti gli autori, i collaboratori, i mebri della giuria, gli artisti e il pubblico che hanno partecipato allo showcase di presentazione, il Comune di Urbino che ci ha concesso la splendida Casa della Musica, i ragazzi di Zafferano Montefeltro che ha sostenuto la serata, e lo sponsor della raccolta Nutratec. Tutti, con un controbuto o con un altro, hanno reso possibile la realizzazione di questa progetto editoriale targato Openhouse, e la sua prima presentazione pubblica.

La prima presentazione

per la prima presentazione pubblica, lo staffo di Openhouse ha messo su uno showcase alla Casa della Musica di Urbino, presentando molti progetti culturali.

Questo il fotoreport:

http://www.flickr.com/photos/openhouse_pocket/sets/72157623516648736/

Questo, invece, il servizio andato in onda sul tg di Tele 2000

altre info, sul blog del progetto Openhouse nelle Marche

http://weopenhouse.wordpress.com/


- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -