Sei all'interno di >> GiroBlog | Alive, di Lorenzo Misuraca |

Ratzinger e la cacciatora

di Lorenzo Misuraca - martedì 17 gennaio 2006 - 4122 letture

Non lo sopporto più. Mi toglie il sonno. Ogni volta che accendo la tv e vedo un telegiornale c’é lui che ci illumina su qualcosa. Ratzinger contro tutti: no ai preti gay, si all’embrione, no alla fecondazione, si alla messa in latino, no a Herry Potter, si alla castità, no al preservativo, no all’homo tecnologicus, no al terrorismo, no a babbo natale. Vabbene che vista la carica, uno un po’ se lo aspetta che “pontifichi” su tutto, però i giornalisti dovrebbero saper distinguere tra una notizia e una banalità. Che il terrorismo sia una cosa deprecabile é opinione diffusa e in un certo senso anche scontata. Perché i telegiornali, le radio e i quotidiani nazionali debbano aprirsi con la dichiarazione di Ratzinger contro gli estremisti islamici resta un mistero. Come resta un mistero quale tipo di contratto economico, parola d’onore o patto di sangue leghi i direttori di testate italiane al Vaticano, obbligati come sono ad inserire un proclama del papa in ogni edizione del proprio notiziario. Ecco, mi sono sfogato. Ora corro a vedere il Tg1. Oggi papa Benedetto XVI annuncerà alle masse come cucinare il coniglio alla cacciatora secondo i sacri testi.


Rispondere all'articolo - Ci sono 1 contributi al forum. - Policy sui Forum -
Ratzinger e la cacciatora
28 marzo 2006

Lei non lo sopporta più perchè in realtà non tollera se stesso/a e per il sonno tolto ... le consiglio qualche camomilla concentrata ... provare per credere. Lasci che almeno il Papa ci indichi "una strada da percorrere" in questo marasma mediatico di persone senza etica e valori. Buona giornata!
    Ratzinger e la cacciatora
    31 marzo 2006

    Sono cattolica, credo in Dio, nella Madonna, nei Santi, ecc. Vado raramente a Messa o in chiesa, ma in ogni caso ci vado. Sono favorevole ai pacs, sono contraria al celibato obbligatorio per i sacerdoti, sono favorevolissima al divorzio, e per i casi veramente necessari sono favorevole anche all’aborto. Quindi si puo’ dire che non condivido buona parte delle cose che dice il Papa. Anch’io penso che ci sia un’esagerazione nel far vedere ogni santissimo giorno in tv il Pontefice. Che intendiamoci, è libero di dire quello che vuole; basta che non lo si debba sentire tutti i giorni! E anch’io mi chiedo, se i direttori dei vari tg abbiano un "contratto" con il Vaticano...