Leggi demenziali e burocrazia imperante

di Franco Novembrini - lunedì 12 marzo 2018 - 1848 letture

La burocrazia imperante con l’aiuto di leggi demenziali ha colpito ancora! Alle ultime elezioni hanno aggiunto la striscetta antifrode che si va ad unire al ’’sacro timbro’’ di ottocentesca memoria, da apporre sulla tessera elettorale che ai più vecchi ricorda molto la ’’tessera del pane’’ dell’ultimo dopoguerra, il tutto fatto da un governo a guida del PD su cui regna il genio di Rignano, quello delle leggi che tutti ci invidiano. Sono desolatamente arrabbiato per aver visto cittadini di tutte le età fare ore di file in ambienti inadatti come bestiame in attesa di esercitare il loro diritto a votare ed avere la sensazione di essere in mano ad una pletora di incompetenti che hanno pensato solo a fare una legge che fosse contro alcune forze politiche che per anni si sono ostinate, grazie anche a complicità quirinalizie, cercar di fermare con mezzi se non illegali certamente contrari allo spirito della Costituzione che peraltro loro volevano praticamente azzerare. Non ci sono riusciti. Hanno solamente ottenuto che il nostro Paese facesse una figura escrementizia non solo in Europa e fosse bloccato per mesi per cercare una soluzione allo stallo che certamente non produrrà posti di lavoro e perderà gran parte della ripresa che si manifesta in Europa. Ma torniamo alle elezioni. Io ho votato ma due miei familiari non hanno praticamente potuto farlo anche se per due volte si sono presentati ai seggi in quanto la prospettiva di una incivile coda di due ore non potevano reggerla. Ma era una missione impossibile prevedere che la ’’striscetta’’ avrebbe fatto perdere tempo? Non si potrebbe abolire la ’’tessera del pane’’ sconosciuta nel resto del mondo? Il ’’sacro timbro’’ che se guardate bene il risultato spesso non è che una macchia di inchiostro illeggibile a che serve? Ma come fanno in Inghilterra, in Svezia o anche nel Botswana dove intingono il dito nell’inchiostro indelebile e perché non si cerca di imitare quei paesi che fanno le cose semplici per favorire i cittadini che vogliono esprimere il loro diritto a votare? Mah, misteri della malafede.

Franco Novembrini


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -