Sei all'interno di >> :.: Culture | Musica |

Bello trap della mamma

di Sergej - mercoledì 23 maggio 2018 - 5683 letture

L’articolo di Lorenzo Misuraca ci indica un rivolo musicale che potrebbe diventare “fenomeno” oppure semplicemente smorzarsi nel giro di qualche mese. Per chi ha letto Retromania di Simon Reynolds, saggio che consigliamo vivamente di leggere, il quadro della musica contemporanea appare sconfortante: pare non si sia prodotto nulla di nuovo dopo il 2000. Ciò che tutti noi oggi ascoltiamo non è musica “nuova”, ma riguarda musica prodotta o pensata negli anni del Novecento. Come se il Novecento fosse stato il secolo d’oro della musica e dell’elaborazione del nuovo, mentre i nostri tristi anni sono anni di decadenza, di ricicciamento musicale. Non è solo un fenomeno generazionale tipico: le vecchie generazioni che non riconoscono la lingua delle nuove generazioni, dunque non riconoscono neppure la musica delle nuove generazioni. Né l’attuale arretramento musicale, o stasi musicale, può essere attribuito solo all’incapacità delle case editrici musicali di promuovere musica che si davvero nuova, preferiscono vendere l’usato sicuro piuttosto che avventurarsi in scommesse dall’esito incerto. Esiste un problema reale e che non riguarda solo la musica.

cover-sfera-500px

Il filone trap segue i filoni fine-Novecentesco del rap, hip-pop, indie, rock-aternativo ecc_, e se ne distacca decisamente. Non dal punto di vista delle sonorità. Lorenzo Misuraca ha ragione: qui c’è una differenza sociologica di base, e che è tutt’una con la nostra epoca - la fase della crisi strutturale che stiamo attraversando dal 2005 in poi. Tutti gli dèi sono caduti, non esiste più neppure la gang o il “fronte” rivoluzionario o alternativo. Esiste il ragazzo solo - con la propria madre, qualche amico. Una realtà sociale post-apocalittica, in cui questi giovani che fanno musica (cantano, suonano… musicisti? artisti?) si aggirano: ma tra le macerie, tra i residui di un mondo radioattivo. Abbiamo ascoltato alcuni di questi brani e di questi artisti grazie all’articolo di Misuraca, e abbiamo scoperto che anche Sfera Ebbasta, che avevano suonato per il Primo maggio 2018 a Roma, appartengono a questa sfera musicale. Qualcosa splende nel buio?


Segnaliamo:

Dark Polo Gang, Cono gelato

Ghali, Cara Italia

La voce trap su Wikipedia


Lorenzo Misuraca ha scritto nei suoi inizi per Girodivite, ed è ora giornalista professionista e scrive per diverse testate italiane.



- Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -