Sei all'interno di >> :.: Primo Piano | Scuola & Università |

A scuola con Damaris

Damaris ha grandi sogni per il suo futuro, ma a causa della mancanza di accesso all’acqua sicura, per lei e per i suoi coetanei sarà più difficile realizzarli.

di Redazione - mercoledì 14 settembre 2022 - 1203 letture

Damaris frequenta la scuola primaria di Nkairowani, nella contea di Narok, in Kenya. Ha 14 anni ed è la prima di 7 fratelli. Da grande vuole diventare un’insegnante di scienze: a scuola è molto diligente e gli insegnanti la hanno anche eletta capoclasse.

Damaris ha grandi sogni per il suo futuro, ma a causa della mancanza di accesso all’acqua sicura, per lei e per i suoi coetanei sarà più difficile realizzarli. Prima di andare a scuola, Damaris ogni mattina deve svegliarsi alle 4.00 per mungere le capre e poi accendere il fuoco per preparare la colazione ai fratelli.

Una volta finito, deve andare a prendere l’acqua a quasi un’ora di distanza da casa. Lo fa ogni giorno di scuola, perché lì manca l’acqua necessaria per cucinare il pranzo e per la pulizia generale della scuola.

"Capita che, quando arrivo al punto d’acqua c’è già tanta gente e devo aspettare il mio turno. La maggior parte degli abitanti della comunità ci fa passare per primi, in modo da non arrivare a scuola in ritardo, ma non sempre è così. A volte finisco per perdere i preparativi del mattino e entro in classe già stanca".

La storia di Damaris si ripete nella vita di molti altri alunni. Le lunghe camminate alla ricerca dell’acqua incidono sulla loro frequenza scolastica, inducendo alcuni di loro ad abbandonare del tutto gli studi e a concentrarsi esclusivamente sull’aiuto delle loro famiglie.

L’abbandono scolastico spesso è favorito anche dai genitori che hanno bisogno del supporto dei figli per cercare l’acqua sia per il consumo domestico sia per il bestiame, che è la loro principale fonte di sostentamento.

In casi estremi, le ragazze si sposano precocemente e i ragazzi vengono mandati a lavorare per ridurre i costi di mantenimento delle finanze familiari. Anche le condizioni igieniche nelle scuole sono spesso un ostacolo all’istruzione.

In quella di Damaris, ad esempio, ci sono solo due latrine per tutti, compresi gli insegnanti, e sono in condizioni igieniche disastrose. "I bagni hanno un cattivo odore e la maggior parte dei miei compagni di classe non li usa volentieri".

Anche i bambini più piccoli hanno paura e la maggior parte delle volte si lavano all’aperto. “In queste condizioni – aggiunge Damaris - è molto difficile gestire le mestruazioni in modo sicuro e dignitoso e la maggior parte di noi sceglie di saltare la scuola".

Grazie agli interventi finanziati da Amref Damaris e i suoi compagni di scuola avranno presto un pozzo nei pressi della loro scuola. Il progetto prevede anche la costruzione di bagni moderni e igienizzati, sia per gli alunni che per gli insegnanti, per consentire a ciascuno di loro di usarli in sicurezza ogni volta che ne avranno bisogno.

"Il pozzo porterà benefici alla scuola e alla nostra comunità perché non passeremo più tutto il tempo a cercare l’acqua e ne avremo abbastanza per aiutare i nostri genitori a casa e per occuparci del nostro lavoro scolastico".

JPEG - 99.9 Kb
Damaris


Rispondere all'articolo - Ci sono 0 contributi al forum. - Policy sui Forum -