Questo dossier: Palestina



di Redazione pubblicato il 30 aprile 2002

Scrivevamo nell’aprile 2002 (Girodivite 88):

Speciale di Girodivite dedicato ai fatti della Palestina, che ha mosso il mondo politico internazionale - tra la guerra contro l’Afganistan e l’annunciata guerra contro l’Irak - e ha visto le inusitate gesta di Ariel Sharon contro le popolazioni civili della Palestina. Girodivite ha partecipato alla manifestazione di Catania del 6 aprile, ha seguito la vicenda attraverso i mezzi di comunicazione. Ancora una volta Internet ha svolto una importante funzione, permettendo una informazione "in tempo reale". Grazie ai gruppi di pacifisti presenti in Palestina, e alle strutture di IndyMedia, abbiamo potuto sapere della realtà dei cecchini, delle donne e dei bambini uccisi. Mentre i pacifisti svolgevano, come già avevano fato a Pristina e nel conflitto jugoslavo, ruolo di interposizione per la pace, mostrando come il nostro pacifista non è parolaio ma attivo.

A quest’ultima fase della guerra in atto in palestina, Girodivite dedica uno speciale, che crediamo possa essere utile per il valore documentario e per il particolare taglio dato ai materiali raccolti. Da una parte le "notizie dal fronte interno" italiano ed occidentale, dall’altra le notizie e la documentazione dei materiali provenienti dal "fronte caldo".

Qualche anno fa Girodivite uscì con un numero cartaceo contro la guerra in Kossovo. Titolammo "No bombe" e utilizzammo gli occhi in primo piano di Metis, allora bambina - ora è una nostra giovane collaboratrice - ripetuti sulla pagina: "occhi di bambina palestinese, occhi di bambina israeliana, occhi di bambina afgana..." scrivemmo. Per dire che gli occhi, i bambini, sono uguali e senza nazionalismi, senza etnia, in qualsiasi parte del mondo e sotto qualsiasi cielo si trovino.

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo