PREMIO VIAREGGIO REPACI : LA GIURIA ANNUNCIA LE ROSE DEI FINALISTI



di Letizia Tassinari pubblicato il 24 juin 2008

PREMIO VIAREGGIO REPACI : LA GIURIA ANNUNCIA LE ROSE DEI FINALISTI

Viareggio Repaci, il noto Premio Letterario è ormai giunto alla sua 79ma edizione, E da ieri la Giuria che si è riunta a Viareggio, presieduta da Rosanna Bettarini, ha ufficiliazzato le terne dei finalisti e il vincitore del Premio Internazionale Viareggio Versilia. Per la sezione Narrativa i tre finalsti sono Fausa Garavini, con In nome dell’Imperatore, edito Cierre, Luigi Guarnieri con I sentieri del cielo, edito da Rizzoli, e Francesca Sanvitale con L’inizio è in autunno, edito Einaudi. Per la sezione Poesia, la rosa è composta da Ennio Cavalli con L’imperfetto del lutto, edito Aragano, Eugenio De Signoribus con Poesi, edito Garzanti, e Pierangela Rossi con Kairòs, edito Aragano. Nella sezione saggistica finalisti sono Aldo Moro, Miguel Gotor con Lettere dalla prigionia , edito Einaudi, Sergio Luzzato con Padre Pio, miracoli e politica nell’Italia del’900, edito Einaudi e Aldo Giorgio Gargani con Wittgenstein, musica, parola, gesto, edito Cortina. Il Premio Internazionale Viareggio Versilia è stato attribuito a Boris Pahor, uno scrittore sloveno triestino, gia’ acclamato a livello internazionale e piu’ volte candidato al Premio Nobel, il cui libro Necropoli, edito Fazzi, ha conosciuto anche in Italia la notorietà, come libro che “sa fondere l’assoluto dell’orrore con la complessità della storia”.

All’interno del Premio Viareggio Repaci, l’istituito Premio Giornalistico Viareggioterzapagina, intitolato a Cesare Garboli, vede come vincitore per l’edizione 2008 il giornalista Edmondo Berselli, per i suoi due artocoli apparsi su La Repubblica del 7ottobre e 7 dicembre scorsi, intitolati “Lambretta” e “Mamma.

Articoli questi nei quali il noto giornalista ha saputo ricostruire con arguzia e sapienza la storia di due miti fondati sulla cultura italiana, che si sono poi diffusi tra tutti gli italiani nel mondo, e non solo. Il fine del Premio, che è quello di assegnara a un giornalista di nazionalità europea il merito di aver contribuito a divulgare aspetti poco conosciuti della cultura italiana, è stato in questo caso, da parte di Edmondo Berselli, centrato in pieno.

Letizia Tassinari

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo