Giordano Bruno per cinque giorni a Palermo


Una versione "unica" dello spettacolo "Per un dio possibile", di e con Francesco Chiantese, attorno alla figura di Giordano Bruno in esclusiva per la città di Palermo ed il nuovo Teatro delle Balate


di Francesco Chiantese pubblicato il 8 maggio 2008

Dal 7 all’11 maggio prossimi, in esclusiva per il nuovo "teatro delle balate" (in via delle Balate a Palermo, in pieno Ballarò), Accademia Minima del Teatro Urgente presenta una versione inedita dello spettacolo "per un dio possibile" di e con Francesco Chiantese.

A metà tra il teatro di narrazione ed il teatro-canzone questo piccolo gioiello teatrale realizzato a partire dalla filosofia e dalla figura del filosofo eretico nolano, ricco di canzoni (scritte da Francesco Chiantese e Massimiliano Larocca), testi originali e frammenti degli stessi testi bruniani.

"Ci siamo accorti - dice Francesco Chiantese curatore del progetto - in questi tre anni di tournèe che i concetti base della filosifa di Bruno sono raccontabili con assoluta semplicità a tutti, ma soprattutto che quegli stessi concetti sono presenti nel pensiero popolare italiano da sempre".

Bruno, quindi, come strumento per capire il quotidiano, il rapporto con la spiritualità, con le eresie di ogni giorno, per indagare il legame tra l’individuo e la società in cui è immerso.

Per questo allestimento "esclsivo" Francesco Chiantese sarà accompagnato dalla attrice fiorentina Giulia Vannozzi.

Informazioni più dettagliate su www.francescochiantese.it o www.teatrourgente.it

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo