Xirumi Libera: la manifestazione del 24 marzo 2007


E’ stata una manifestazione ricca, piena di bandiere e di gente venuta da tutta la Sicilia. A Lentini per difendere il territorio dagli attacchi della speculazione edilizia e della militarizzazione.


di Redazione pubblicato il 24 marzo 2007

Che ci fanno a Lentini, in provincia di Siracusa, un migliaio di giovani venuti da tutta la Sicilia, ma anche da Pisa, da Vicenza, dalla Val di Susa? Una giornata partita con la minaccia della pioggia, grazie anche al tempo che "ha tenuto" è diventata una manifestazione gioiosa e colorata che ha attraversato le vie centrali di Lentini fino in piazza.

Negli anni Sessanta è stato il percorso classico delle manifestazioni dei braccianti che lottavano contro le gabbie salariali. Lentini è stata una delle città "rosse" accanto a Avola, Bronte, Catania e Palermo. Negli anni Ottanta le manifestazioni pacifiste contro i missili a Comiso. Oggi in difesa del territorio, contro le speculazioni edilizie della famiglia Ciancio e l’intelligenza creativa della classe politica locale che, furbissima, vuole regalare il territorio per farne residence per i militari della base americana di Sigonella anche se gli americani non sanno nulla della vicenda (vedi il programma de Le Iene). In questo tutta la classe politica, dalla destra (l’ex sindaco Neri) al centro (la Margherita che qui esprime il sindaco Mangiameli) alla "sinistra" (i DS, e Rifondazione di Elio Magnano) è stata compatta nell’ignavia. Alla manifestazione nessuno di costoro ha avuto il coraggio di farsi vedere.

Girodivite è stata tra i promotori della manifestazione nazionale di Lentini, grazie alla presenza della redazione lentinese e alla collaborazione di Stefano (centro studi Ddisa), Maria Adagio (verdi di Lentini) e del Comitato locale di Xirumi. Lentini è una delle tappe del percorso di formazione di una rete dei gruppi e dei comitati che lottano a livello locale contro la militarizzazione (Vicenza) e per uno sviluppo sostenibile e diverso (i No Tav della Val di Susa, le trivellazioni della Val di Noto, i rigasificatori, i termovalorizzatori, i No Ponte di Messina, i comitati contro le morti per tumore nelle città delle raffinerie: da Mestre a Priolo Augusta e Melilli...).

Alla manifestazione c’erano i ragazzi e le ragazze, i cittadini e le cittadine delle decine di associazioni e gruppi che hanno aderito. Abbiamo conosciuto i ragazzi di Acireale, di Pisa, di Val di Susa, Messina, c’erano i GC di Scordia e i ragazzi dell’Arci ma anche ragazzi venuti dalle città vicine: Francofonte, Carlentini, Palagonia, Ragalna... Alla conferenza stampa indetta alle 10 nessuna delle testate dell’isola (La Sicilia di Ciancio) si è fatta vedere. Peggio per chi ha voluto "bucare" la notizia. Qualche momento di tensione verbale quando il corteo è sfilato sotto la sede di Azione Giovani in via Garibaldi. Sul palco, in piazza, si sono succeduti i vari leader dei comitati e dei partiti.

Un grazie a quanti hanno reso possibile la buona riuscita di questa manifestazione.

Windows Media - 21.6 Mb
Il video della manifestazione (Radio Archimede)
Fonte: http://www.uonna.it/radioarchimede.htm
MP3 - 15.8 Mb
interventi finali xirumi libera
Interventi finali Xirumi libera 24 marzo Lentini

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo