Passioni segrete



di junior pubblicato il 7 agosto 2006

Eccoti...finalmente.
Sei a due passi dai miei pensieri.
Giovane uomo dal profilo fanciullesco...
Ascolto il rumore dei tuoi passi
al ritmo del mio respiro.
Sento la voce strozzarsi in gola.
Non una parola
fuoriesce dalle mie labbra.
Non desidero che sfiorarti la mano.
Toccare un lembo della tua camicia...
Un dolore insopportabile...
Ecco... il mio cuore esplode
in miliardi di particelle visibili.
Mi chiami per nome.
Non riesco a raggiungerti.
Le mie gambe sono fissate alla terra.
Inchiodate da una forza
sconosciuta e invincibile...
Basta! Non voglio più difendermi da te.
Sono persa. Distrutta. Sconfitta.
Annientata da un’incontenibile,
travolgente passione.
Non andare. Rimani.
Parlami ancora qualche minuto.
E’ bellissimo fingere
di ascoltare le tue parole.
Solamente il ritmo del suono
giunge ai miei pensieri confusi.
Mi sorridi. Ti allontani.
Ecco...già non ci sei più.
Una soave sensazione mi assale.
E’ simile ad un sonno infantile,
popolato da fate e folletti,
dove i colori più tenui disegnano
una primavera perenne.

Angela Colella

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo