Dal punto di vista del Cane


Ogni volta che Silvio Berlusconi infrange le regole più elementari di civile convivenza, c’è sempre una parte dei giornalisti...


di Lorenzo Misuraca pubblicato il 6 aprile 2006

Ogni volta che Silvio Berlusconi infrange le regole più elementari di civile convivenza in un paese democratico, c’è sempre una parte dei giornalisti - grossomodo i suoi - che ci mostra le regole calpestate come inutili e soffocanti legacci.

È successo nel caso del tentato blitz del cavaliere su una trasmissione mediaset, in barba alla par condicio e alla parola data con cui rinunciava alla conferenza stampa finale in cambio dell’assenso di Prodi al duello tv.

Le proteste di tanti giornalisti - grossomodo quelli non suoi - hanno bloccato in extremis la comparsata di Berlusconi. La stessa sera Giuliano Ferrara si è imbavagliato durante la sua trasmissione per protestare contro la censura subita dal premier.

È come assistere a un cane scatenato che distrugge il nostro giardino, ed essere costretti a vedere la cosa dal punto di vista del cane.

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo