9 maggio 1978 / Aldo Moro



di Redazione Antenati pubblicato il 9 maggio 2018

Mia dolcissima Noretta,

Per me, è finita. Penso solo a voi e, se non sono oppresso fino alla follia, vi richiamo, vi rivedo. Ricordatemi un po’, per favore. lo sono cupo e un po’ intontito.

Mentre lasciamo tutto resta l’amore, l’amore grande grande per te. Che di tutto resti qualcosa.

Ti abbraccio forte, Noretta mia. Morirei felice, se avessi il segno di una vostra presenza. Sono certo che esiste, ma come sarebbe bello vederla.

— Lettera di Aldo Moro alla moglie Eleonora Chiaravelli

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo