Seduti


Un’altra toccante poesia della giovane poetessa Alice Molino.


di Redazione Zerobook pubblicato il 12 novembre 2014

Seduti

Seduti
 L’uno di fronte all’altro
 Sguardi che fissavano il pavimento

Altri invece
 cercavano conforto
 La gente, nella stanza gelida e cupa,
 piangeva sileziosamente

Qualcuno bestemmiò,
 senza vergogna
 Altri rimasero immobili
 Anch’io rimasi immobile
 accanto alla porta

Mi rifugiai nei bei ricordi.

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo