L’antenna presso l’ ospedale deve essere rimossa


dal Forum catanese contro l’elettrosmog: l’antenna è collocata a pochi metri dall’ingresso principale dell’ospedale Ascoli-Tomaselli di Catania.


di Redazione pubblicato il 18 novembre 2004

L’antenna di telefonia mobile dell’ ospedale Ascoli-Tomaselli deve essere rimossa.

Le associazioni e i comitati che costituiscono il Forum catanese contro l’elettrosmog ribadiscono i contenuti della pubblica denunzia che nei giorni scorsi è stata portata a conoscenza della città. La Stazione Radio base installata in Via Passo Gravina, in una zona privata caratterizzata dalla numerazione 193, è, nei fatti, direttamente contigua all’area ospedaliera dell’ "Ascoli-Tomaselli". L’antenna, infatti, è collocata nell’immediata prossimità del muro confinario e a pochi metri dall’ingresso principale dell’ospedale. Per quanto, dopo la nostra precedente presa di posizione, da parte del Gestore interessato sia stato montato un solo settore irradiante rivolto lungo l’asse della sede stradale, lasciando per intanto liberi gli ulteriori due supporti che assieme a quello impegnato costituiscono una "raggiera", a nostra parere non mutano le potenziali condizioni di rischio derivanti dalla propagazione delle onde elettromagnetiche che riguardano il personale ospedaliero, i pazienti ricoverati nei vari padiglioni dell’Ascoli- Tomaselli e le loro famiglie, continuamente presenti, giorno e notte. E’ da sempre scientificamente acclarato che l’ "angolo di irradiazione" dei c.e.m. emessi assume un’ambito di portata logistica ben più rilevante rispetto all’asse di puntamento dell’orientamento nominale. L’area ospedaliera interessata è un primario luogo sensibile, rientra, quindi, direttamente e coerentemente nei criteri di salvaguardia, precauzione e cautela previsti negli obiettivi di qualità del DPCM 8/7/2003, art. 4 " aree intensamente frequentate" e in alcuni riferimenti prioritari sanciti nel Protocollo d’intesa siglato tra l’ANCI e il Ministero delle Telecomunicazioni il 17/12/2003. Inoltre, le aree ospedalieri, in quanto luoghi di cura e di sofferenza, sono da considerarsi, sul piano civico, morale e legislativo di merito ( servizi sanitari), siti protetti da qualsiasi fonte di potenziale inquinamento. Questa protezione deve essere sempre e comunque garantita dagli amministratori cittadini e dai responsabili delle USL che invitiamo, a partire dall’USL competente, ad assumere le iniziative necessarie a salvaguardia dei propri dipendenti e dei cittadini malati ricoverati. Pertanto rinnoviamo l’invito già precedentemente avanzato all’amministrazione comunale di ritirare l’autorizzazione concessa e di ordinare l’immediata rimozione dell’antenna dell’ospedale. Si informa l’opinione pubblica che nella mattinata di giorno 19 novembre, venerdi, a partire dalle ore 12.00, cittadini volontari delle associazioni e comitati del Forum catanese contro l’elettrosmog saranno presenti in Via Passo Gravina davanti l’ospedale per un’attività di volantinaggio informativo contro la SRB.

Forum catanese contro l’elettrosmog Presso WWF Vicolo Cusà 1, Ct

Ritorna al formato normale

Stampa l'articolo